Soffri di Stitichezza? Scoprilo col il nostro Test

Categoria quiz Salute

Quiz

La percezione dei problemi di stitichezza è piuttosto soggettiva; c'è chi si ritiene stitico quando non riesce ad evacuare regolarmente una volta al giorno, e chi crede di avere un intestino regolare pur defecando in due sole occasioni settimanali.
Il confine tra variabilità fisiologica nella frequenza di evacuazione e stitichezza è spesso sottile. Per questo, in assenza di patologie predisponenti, sono stati definiti dei criteri scientifici per stabilire se un paziente soffre di stitichezza cronica funzionale oppure no.
In accordo con i criteri "Roma III", universalmente accettati e condivisi dalla Comunità Scientifica Internazionale, proponiamo di seguito un semplice test; è sufficiente rispondere a 10 domande per capire se si rispettano oppure no i criteri per la diagnosi di stipsi cronica funzionale.
NOTA BENE: il test ha fini puramente indicativi e non può essere utilizzato come strumento diagnostico. Spetta infatti al medico confermare od escludere eventuali problemi di stitichezza ed indicare le soluzioni più opportune.

Inizia il Quiz!

I. Qual è la tua frequenza di evacuazione abituale?

II. In almeno un'evacuazione su quattro (25% dei casi), la defecazione si conclude con l'emissione di feci dure o bernoccolute?

III. In almeno un'evacuazione su quattro (25% dei casi), la defecazione richiede uno sforzo eccessivo?

IV. In almeno un'evacuazione su quattro (25% dei casi), la defecazione si conclude con una sensazione di svuotamento incompleto?

V. In almeno un'evacuazione su quattro (25% dei casi), la defecazione richiede la messa in atto di manovre manuali (digitazione, sostegno del pavimento pelvico) per concludersi?

VI. In almeno un'evacuazione su quattro (25% dei casi), avverti una sensazione di ostruzione anorettale?

VII. I sintomi/segni analizzati nelle precedenti domande sono presenti da almeno 3 mesi e hai iniziato ad avvetire problemi di irregolarità da almeno sei mesi?

VIII. L'emissione di feci molli o liquide (esclusi i casi in cui ricorri all'uso di lassativi) è rara?

IX. Almeno 3 giorni al mese soffri di dolore/fastidio addominale ricorrente associato ad almeno due delle seguenti condizioni? 1) cambio di frequenza dell'alvo 2) miglioramento dopo la defecazione 3) insorgenza con un cambio di forma o apparenza delle feci

Calcola risultato


Dall'analisi delle risposte, non sembrano esservi problemi di stitichezza. Una visita medica potrà fugare ogni dubbio e rassicurare il paziente. Suggeriamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se eventuali disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.
Anche se dall'analisi delle risposte emergono alcuni indizi suggestivi di stitichezza, secondo i criteri adottati dal test, non vi sono elementi sufficienti per parlare di stipsi cronica funzionale.
Il tuo medico curante potrà aiutarti ad inquadrare il disturbo e suggerirti le soluzioni più opportune. Nel frattempo, ti consigliamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se i disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.

Dall'analisi delle risposte, emergono diversi indizi circa la possibile presenza di stitichezza. Tuttavia, non è possibile parlare di stipsi cronica funzionale in quanto il disturbo non è  presente da un tempo sufficientemente lungo. Per evitare che il problema cronicizzi e per approfondire questi segnali di stitichezza, consigliamo di rivolgerti al tuo medico curante.
Nel frattempo, ti consigliamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se i disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.

Secondo i criteri adottati dal test, non vi sono elementi sufficienti per parlare di stipsi cronica funzionale.
Il tuo medico curante potrà aiutarti ad inquadrare meglio eventuali sintomi di stitichezza e suggerirti le soluzioni più opportune. Nel frattempo, ti consigliamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se i disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.

Dall'analisi delle risposte, il soggetto soddisfa i requisiti per la diagnosi di stipsi cronica funzionale. Il tuo medico curante potrà aiutarti ad inquadrare meglio il disturbo e suggerirti le soluzioni più opportune. Nel frattempo, ti consigliamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se i disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.

Numero di Domande
Numero di Risposte Corrette
Numero di Risposte Parzialmente Corrette
Numero di Risposte Sbagliate
Senza risposta
Il tuo punteggio su

Cancella le risposte e ripeti il test

Dall'analisi delle risposte, non sembrano esservi problemi di stitichezza. Una visita medica potrà fugare ogni dubbio e rassicurare il paziente. Suggeriamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se eventuali disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.
Anche se dall'analisi delle risposte emergono alcuni indizi suggestivi di stitichezza, secondo i criteri adottati dal test, non vi sono elementi sufficienti per parlare di stipsi cronica funzionale.
Il tuo medico curante potrà aiutarti ad inquadrare il disturbo e suggerirti le soluzioni più opportune. Nel frattempo, ti consigliamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se i disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.

Dall'analisi delle risposte, emergono diversi indizi circa la possibile presenza di stitichezza. Tuttavia, non è possibile parlare di stipsi cronica funzionale in quanto il disturbo non è  presente da un tempo sufficientemente lungo. Per evitare che il problema cronicizzi e per approfondire questi segnali di stitichezza, consigliamo di rivolgerti al tuo medico curante.
Nel frattempo, ti consigliamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se i disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.

Secondo i criteri adottati dal test, non vi sono elementi sufficienti per parlare di stipsi cronica funzionale.
Il tuo medico curante potrà aiutarti ad inquadrare meglio eventuali sintomi di stitichezza e suggerirti le soluzioni più opportune. Nel frattempo, ti consigliamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se i disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.

Dall'analisi delle risposte, il soggetto soddisfa i requisiti per la diagnosi di stipsi cronica funzionale. Il tuo medico curante potrà aiutarti ad inquadrare meglio il disturbo e suggerirti le soluzioni più opportune. Nel frattempo, ti consigliamo le seguenti letture di approfondimento:
NOTA BENE: se i disturbi della regolarità dell'alvo si associano a "segni e sintomi di allarme" per la possibile presenza di un cancro del colon-retto (perdita di peso, tenesmo, sangue nelle feci, anemia), specie in caso di età superiore ai 40/50 anni e familiarità per neoplasie del colon, è opportuno farlo presente tempestivamente al proprio medico,  indipendentemente dai risultati di questo test.


Cancella le risposte e ripeti il test

Prova altri Quiz!


Ultima modifica dell'articolo: 22/12/2015