La forza muscolare

La forza muscolare è quella capacità motoria che permette di vincere una resistenza o di opporvisi tramite lo sviluppo di tensione da parte della muscolatura.


Per trofismo, invece, riferendosi ai giovanissimi, si intende il possesso di una muscolatura tonica ben strutturata ed equilibrata tra i vari segmenti del corpo.


I principali determinanti della forza muscolare sono:

il diametro trasverso dei muscoli (2-3 kg per cm2 di area trasversa)

il numero di fibre rapide

la capacità di reclutamento delle unità motorie

la coordinazione muscolare, intesa come la capacità di far lavorare in sinergia i muscoli antagonisti e quelli agonisti al movimento

la lunghezza iniziale del muscolo

il numero di unità motorie reclutate (si attivano per prime le unità motorie più piccole, vedi figura)

forza muscoli forza ipertrofia Forza muscolare
Clicca sulle immagini per ingrandire Rappresentazione dei fenomeni di reclutamento nell'aumento di forza Fukunaga 1976


Caratteristiche del corpo umano che influenzano la produzione di forza
Caratteristiche immutabili: Caratterisiche migliorabili:

Tipo di fibre muscolari

Angolo di pennazione

Punto di inserzione dei tendini

Caratteristiche cinematiche delle

articolazioni

Sezione trasversa del muscolo (ipertrofia)

Reclutamento delle fibre

Coordinazione intra ed intermuscolari

Fattori legati allo stiramento

 

 

Si distinguono tre forme fondamentali di forza:

Forza massimale

Forza resistente

Forza rapida o veloce

Forza massimale: è la forza più elevata che il sistema neuromuscolare è in grado di sviluppare con una contrazione volontaria


Forza resistente (resistenza alla forza): capacità dell'organismo di opporsi alla fatica durante prestazioni d forza e/o durata.


Forza rapida o veloce: è la capacità del sistema neuromuscolare di superare le resistenze con elevata rapidità di contrazione

 

ALLENAMENTO

In generale i metodi per lo sviluppo della forza si realizzano attraverso l'impiego di una resistenza esterna, che provochi tensioni adeguate nel muscolo.

I mezzi per lo sviluppo della forza sono numerosi e comprendono:

atteggiamenti del corpo, atti ad aumentare l'intensità dell'esercizio

oggetti elastici

variazioni delle caratteristiche esterne (corsa in salita, su sabbia...)

uso della gravità e inerzia

sovraccarichi

Un numero basso di ripetizioni ad alta intensità, agisce sulla forza massima.

Un numero elevato di ripetizioni a carichi bassi agisce invece sulla forza resistente.

Infine, carichi della stessa entità per 4-8 ripetizioni a velocità massima sviluppano la forza veloce.


Esercizio muscolare statico o isometrico:


A lunghezza muscolare costante.

Statico:

manca movimento dunque manca lavoro meccanico.

manca movimento (accelerazione=0) dunque la forza resistente è uguale a quella applicata

Per impostare l'allenamento si gioca sulla durata di esercizio.


Esercizio muscolare non isometrico o dinamico


Si modifica la lunghezza, vi è movimento.

Può essere isotonico oppure isocinetico

Nell'esercizio isotonico si ha esercizio dinamico con accorciamento del muscolo e spostamento di un peso o di una resistenza costante. Si tratta comunque di un evento relativamente  teorico poiché la resistenza tende a variare nell'arco del movimento.

L'esercizio muscolare isocinetico viene eseguito a velocità angolare costante lungo tutto l'arco del movimento. Le macchine per l'allenamento isocinetico modificano la resistenza prodotta dal dinamometro proporzionalmente alla forza esercitata dal muscolo, cosicché un carico massimale può essere applicato in ogni punto dell'arco di movimento.

POTENZA MUSCOLARE

La potenza esprime gli aspetti esplosivi della forza ed è data da:


Potenza = Forza / Tempo


In altri termini la potenza muscolare di un soggetto ci dice quanto riesce a spostare nell'unità di tempo.

A parità di carico sollevato in una distensione massimale su panca piana (peso=100Kg) Kevin è più potente di Ronnie se compie il movimento in un tempo minore.

RESISTENZA MUSCOLARE

La resistenza muscolare ci dice quanta forza un atleta riesce a sviluppare in un certo periodo (quanta forza, quanto a lungo).

In altri termini tale parametro indica il numero di ripetizioni eseguibili con un determinato carico, espresso in percentuale rispetto alla forza massima (1-RM).

Se Carlo riesce a fare una ripetizione di squat con 200 kg e 10 ripetizioni con 150 kg è più forte, ma meno resistente di Mario, che ha un massimale di "soli" 190 kg ma riesce a fare 12 ripetizioni con 150 kg.