In forma dopo le feste

Abbiamo gioito, abbiamo scherzato, abbiamo mangiato, abbiamo brindato salutando il vecchio 2007 e affrontando con speranza il nuovo anno.


Tra i tanti buoni propositi che abbiamo deciso di realizzare, molto probabilmente c'è anche quello di rimetterci un po' in forma dopo le abbuffate natalizie.


DIETA= REGOLA DI ALIMENTAZIONE


Anche se ormai è noto ai più, per molti la parola dieta è ancora sinonimo di regime alimentare restrittivo, ipocalorico, un qualche cosa che implica necessariamente dei sacrifici.


In realtà, non è così, si tratta semplicemente di variare un po' alla volta il proprio stile di vita e il più delle volte la cosa è più semplice del previsto.


1) LIBERIAMOCI DELLE TOSSINE:

Ho inserito come primo punto questo aspetto perché è probabilmente quello meno conosciuto.

Tra le tante funzioni del tessuto adiposo vi è anche quella di proteggere l'organismo dalle tossine in eccesso. Alcol, conservanti e coloranti alimentari, pesticidi nella frutta, nella verdura e composti artificiali vari, sono i principali responsabili dell'intossicamento generale del nostro corpo.

Più tossine incameriamo e più il nostro corpo accumula grasso per difendersi da queste dannose sostanze.

Per questo motivo è utile, un giorno alla settimana, consumare principalmente alimenti ricchi di antiossidanti come frutta e verdura (spinaci, mirtilli, succo di arancia, kiwy), limitando al massimo l'apporto di grassi saturi e riducendo l'apporto proteico. Inoltre in questo giorno è utile evitare l'attività fisica e concedersi al suo posto un rilassante bagno turco o una piacevole sauna . Sauna e bagno turco infatti, stimolando la sudorazione, favoriscono lo smaltimento delle tossine corporee. L'unico accorgimento da adottare a tal proposito è quello di reintegrare immediatamente i liquidi persi bevendo acqua in abbondanza.


2) ATTIVITÀ FISICA DI TIPO AEROBICO, UNA NOTIZIA BUONA ED UNA CATTIVA

La notizia buona è che un esercizio aerobico  implica un' attività fisica moderata .

La notizia cattiva è che questa intensità di esercizio leggera o moderata dovrà essere eseguita per almeno 30-40 minuti, 3-4 volte alla settimana.

Per individuare l'intensità ottimale occorre semplicemente provare a parlare durante l'esercizio. Se si fatica a parlare e compaiono sintomi di affanno significa che il ritmo è troppo sostenuto ed occorre diminuirlo. Se si riesce a parlare tranquillamente e non avvertiamo il minimo segno di fatica, è opportuno aumentare leggermente l'intensità fino alla comparsa dei primi sintomi di fatica moderata.

Discipline di tipo aerobico sono la corsa lenta, il ciclismo, lo sci di fondo moderato, la marcia, il canottaggio e tutti gli sport estensivi di lunga durata.

E' utile associare a queste attività qualche esercizio di tonificazione generale da eseguire al termine del riscaldamento iniziale. A tal proposito potete leggere l'articolo Mantenersi in forma senza andare in palestra .

3) EVITIAMO LO STRESS

Mens sana in corpore sano dicevano gli antichi; ebbene questa potrebbe essere la chiave risolutiva per cambiare il nostro stile di vita.

Riappropriarsi della propria fisicità progressivamente dimenticata, riscoprire il PIACERE dell'attività fisica, riuscire a giocare una partita a calcio con nostro figlio, rimettere quei pantaloni che portavamo 10 anni fa, passo dopo passo.

Non dobbiamo commettere l'errore di pretendere risultati immediati e miracolosi, i progressi verranno poco per volta, di conseguenza.

Fondamentale risulta l'approccio mentale con il quale si inizia il programma alimentare e sportivo, "serenità e motivazione" prima di tutto.

Con lo stesso amore con il quale rinunciamo ad un qualcosa a noi caro per regalarlo a nostra moglie o a nostro figlio, facciamo qualche piccolo sacrificio per il nostro corpo.

E così come il sorriso della persona che amiamo ci ripagherà per la nostra rinuncia, anche il nostro corpo ci regalerà benessere e vitalità.




Ultima modifica dell'articolo: 17/04/2015