Zoonosi: che cosa si intende per vettori?

I vettori sono organismi in grado di trasmettere agenti patogeni da un animale infetto all'uomo o ad un altro animale.

Nella maggior parte dei casi, sono coinvolti artropodi, come zanzare, flebotomi (pappataci), zecche, pulci, cimici triatomine e mosche. Molti di questi vettori sono insetti ematofagi, i quali ingeriscono il microrganismo responsabile di una determinata zoonosi quando si nutrono del sangue di un animale o uomo infetto, per poi inocularlo in un nuovo ospite al pasto ematico successivo.

Tra le malattie trasmesse da vettori rientrano la malattia di Lyme, la tripanosomiasi africana, la schistosomiasi, la malattia di Chagas, la chikungunya, l'infezione da virus West Nile la febbre gialla, la malaria, la dengue, la leishmaniosi, l'encefalite giapponese e l'oncocercosi. Per lo più, si tratta malattie endemiche nelle aree tropicali e sub-tropicali, ma alcune sono emergenti o stabilmente presenti anche nei Paesi a clima temperato.

Curiosità correlate

Quali malattie possono trasmettere le zanzare? Le malattie del viaggiatore: rischi da considerare Le regole d'oro per la salute del viaggiatore Che cosa sono le zoonosi? Dove si trovano le zecche? Zecche: perché sono pericolose?

Articoli correlati

Malattia di LymeAnisakis - AnisakiasiLeptospirosiTBE - Encefalite trasmessa dalle zeccheFebbre GiallaPunture di Insetti: Cause e SintomiCampylobacterMalattia del Sonno - Tripanosomiasi AfricanaTrichinellaRabbia - Farmaci per la Cura della Rabbia

© 2018 Arnoldo Mondadori Editore Spa - riproduzione riservata - P.IVA 08386600152 Tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l. - Chi siamo - Privacy Policy - Cookie Policy - Disclaimer e Note legali

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. Leggi il Disclaimer »

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.