Vitaros - Foglio Illustrativo

Principi attivi: Alprostadil

Vitaros 2 mg/g crema
Vitaros 3 mg/g crema

I foglietti illustrativi di Vitaros sono disponibili per le confezioni:

IndicazioniPerché si usa Vitaros? A cosa serve?

Vitaros è disponibile in due dosaggi da 200 e 300 microgrammi di alprostadil in 100 mg di crema.

Vitaros è usato per trattare la disfunzione erettile (DE) negli uomini di età uguale o superiore a 18 anni.

La DE è l'incapacità di raggiungere o mantenere un'erezione sufficiente per permettere un rapporto sessuale soddisfacente. Può essere causata da vari fattori, ad esempio dai medicinali che lei assume per il trattamento di altre patologie, da una scarsa circolazione del sangue nel pene, da danni ai nervi, da problemi emotivi, da eccesso di fumo o alcool e da problemi ormonali. Spesso la DE dipende da più cause. I trattamenti per la DE comprendono: il passaggio ad altri medicinali se sta assumendo un farmaco che provoca la DE; la prescrizione di medicinali; dispositivi medici che inducono l'erezione; interventi chirurgici per correggere il flusso di sangue nel pene; protesi peniena e consulenza psicologica. Dopo l'applicazione di Vitaros l'erezione compare entro 5-30 minuti.

Non sospenda nessuna assunzione di medicinali a meno che non glielo abbia detto il suo medico.

ControindicazioniQuando non dev'essere usato Vitaros?

Non usi Vitaros

Precauzioni per l'usoCosa serve sapere prima di prendere Vitaros?

Si rivolga al medico o al farmacista prima di usare Vitaros se soffre o ha mai sofferto in passato di uno dei seguenti effetti locali che sono stati osservati con l'uso di Vitaros:

Un preservativo deve essere utilizzato nelle seguenti situazioni:

  • la sua partner è in gravidanza o sta allattando - la sua partner è in età fertile
  • per prevenire le malattie sessualmente trasmissibili
  • durante il sesso orale e sesso anale.

Sono stati studiati solo i preservativi in lattice, non si possono escludere eventuali rischi di danni a preservativi composti da altri materiali.

InterazioniQuali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto di Vitaros?

Informi il medico o farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

Non è stato studiato l'uso di Vitaros, in concomitanza con altri trattamenti per la disfunzione erettile. Pertanto, se si stanno assumendo altri farmaci per la disfunzione erettile, Vitaros non deve essere usato in associazione perché potrebbero comparire effetti indesiderati tra cui capogiri, svenimenti ed erezioni prolungate. Vitaros non è stato testato in pazienti con impianto penieno o trattati con rilassanti della muscolatura liscia come la papaverina o con farmaci usati per indurre l'erezione come i farmaci alfa bloccanti (ad esempio fentolamina intracavernosa, timoxamina). Il rischio di priapismo (erezione anomala prolungata dolorosa) aumenta quando usato in combinazione.

Sebbene non sia stato studiato, è possibile che l'effetto di Vitaros possa diminuire se assunto in combinazione con farmaci antiipertensivi, decongestionanti e soppressori dell'appetito.

Se si stanno assumendo farmaci anticoagulanti, non prenda Vitaros, il rischio di sanguinamento uretrale ed ematuria può aumentare.

In combinazione con farmaci per l'ipertensione, l'uso di Vitaros può aumentare i sintomi di capogiri e svenimento, soprattutto negli anziani.

AvvertenzeÈ importante sapere che:

Gravidanza, allattamento e fertilità

Non vi sono dati riguardanti l'uso di Vitaros in donne in gravidanza. Le donne in gravidanza non devono essere esposte a Vitaros.

Non è raccomandato l'uso di Vitaros durante l'allattamento.

Non è noto se Vitaros ha un effetto sulla fertilità maschile umana.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Vitaros può causare capogiri o svenimenti. Non guidi o usi macchinari entro 1 - 2 ore dalla somministrazione.

Bambini e adolescenti

Vitaros non è indicato per bambini o uomini di età inferiore ai 18 anni.

Dosi e Modo d'usoCome usare Vitaros: Posologia

Usi questo medicinale seguendo sempre esattamente le istruzioni del medico. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

Vitaros è disponibile in due dosaggi da 200 e 300 microgrammi di alprostadil in 100 mg di crema. Vitaros deve essere utilizzato in quantità necessaria per raggiungere l'erezione. Ogni contenitore AccuDose di Vitaros è monouso e deve essere correttamente smaltito dopo l'uso.

Per un'erezione: La dose iniziale deve essere raccomandata da un medico. Non modifichi da solo la dose. Si rivolga al medico che le darà informazioni sulla tecnica corretta per la somministrazione e l'aggiustamento della dose.

Non applichi Vitaros più di 2-3 volte alla settimana e non più di una volta nell'arco delle 24 ore. L'effetto compare 5-30 minuti dopo la somministrazione. La durata dell'effetto è di circa 1- 2 ore. Tuttavia, la durata effettiva varia da paziente a paziente.

Applicare Vitaros sulla punta del pene circa 5-30 minuti prima di iniziare il rapporto sessuale seguendo le istruzioni riportate di seguito:

  1. Lavarsi le mani prima di applicare Vitaros. Rimuovere il contenitore AccuDose dalla bustina strappando il bordo dentellato. Conservare la bustina per eliminare successivamente il contenitore usato. Rimuovere il cappuccio dalla punta del contenitore.
  2. Afferrare la punta del pene con una mano e allargare delicatamente l'apertura del pene. Nota, se non è circonciso, sposti prima il prepuzio e successivamente allarghi l'apertura del pene.
  3. Tenere il cilindro del contenitore AccuDose tra le dita e posizionare la punta del contenitore sopra l'apertura del pene e lentamente (più di 5-10 secondi), spingere verso il basso lo stantuffo con il dito fino a quando tutta la crema non viene espulsa dal contenitore. Nota: Non inserire la punta del contenitore nell'apertura del pene.
  4. Tenere il pene in posizione verticale per circa 30 secondi per permettere alla crema di penetrare. Ci potrebbe essere della crema in eccesso. La quantità di crema eccedente varierà a seconda del paziente e non è inusuale che metà della dose possa rimanere sul bordo dell'apertura. Non utilizzare un secondo contenitore per compensare la crema non introdotta nell'apertura del pene. I residui di crema in eccesso che coprono l'apertura possono essere spalmati delicatamente sulla pelle che circonda il sito di applicazione con la punta di un dito.
  5. Ricordi che ogni dose di Vitaros è per una singola somministrazione. Rimettere il cappuccio sul contenitore AccuDose e riporlo nella bustina aperta, piegare e smaltire secondo quando previsto dalla normativa locale vigente.
  6. Vitaros può essere irritante per gli occhi. Lavarsi le mani dopo l'applicazione di Vitaros.

SovradosaggioCosa fare se avete preso una dose eccessiva di Vitaros

Se usa più Vitaros di quanto deve

Con Vitaros non sono stati riportati casi di sovradosaggio che richiedevano un trattamento.

In caso di sovradosaggio con Vitaros, si possono verificare ipotensione, svenimento, capogiri, dolore persistente al pene e possibile priapismo (erezione rigida che dura oltre 4 ore). Il priapismo può causare un peggioramento permanente della funzione erettile. Contatti immediatamente il suo medico se manifesta uno qualsiasi di questi effetti.

Se ha dubbi sull'uso di questo medicinale, contatti il medico o il farmacista.

Effetti IndesideratiQuali sono gli effetti collaterali di Vitaros?

Come tutti i medicinali, Vitaros può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

Se ha un'erezione da più di 4 ore, contatti immediatamente il medico.

Il medico può ridurre la dose di Vitaros e interrompere il trattamento.

Effetti indesiderati comuni ( possono verificarsi in più di 1 paziente su 10):

Lui:

  • dolore locale da lieve a moderato, bruciore o dolore e arrossamento del pene,
  • rash cutaneo,
  • prurito genitale,
  • edema del pene,
  • infiammazione del glande (balantite),
  • formicolio, pulsazioni, intorpidimento, bruciore del pene.

Nella sua partner:

Questo effetto può essere dovuto al farmaco o all'atto della penetrazione vaginale. L'utilizzo di un lubrificante a base di acqua può contribuire a rendere più facile la penetrazione vaginale.

Effetti indesiderati non comuni, ma potenzialmente gravi ( possono verificarsi fino a 1 paziente su 100):

Lui:

  • testa leggera/capogiri
  • erezione prolungata per più di 4 ore
  • svenimento
  • bassa pressione sanguigna o battito rapido
  • dolore al sito di applicazione o all'estremità
  • stenosi uretrale
  • aumento della sensibilità
  • prurito al pene
  • eruzione genitale
  • dolore scrotale
  • pienezza genitale
  • mancanza di sensibilità al pene
  • infiammazione delle vie urinarie

Nella sua partner: prurito vulvovaginale

* L'aumento dell'attività sessuale/fisica in combinazione con Vitaros può aumentare il rischio di infarto o ictus in pazienti con fattori di rischio e malattie pregresse (vedere paragrafo 2).

Se qualcuno di questi effetti diventa grave, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista.

Durata degli effetti indesiderati

La maggior parte degli effetti è di breve durata e si risolve in 1-2 ore.

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/modalit%C3%A0-disegnalazione-delle-sospette-reazioni-avverse-ai-medicinali. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

Scadenza e Conservazione

Tenere questo medicinale fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

Non usi Vitaros dopo la data di scadenza che è riportata sulla scatola, sulla bustina e sull'etichetta del contenitore AccuDose dopo Scad. La data di scadenza si riferisce all'ultimo giorno di quel mese.

Conservare in frigorifero (2° C - 8° C). Non congelare.

Le bustine sigillate possono essere conservate fuori dal frigorifero da parte del paziente, ad una temperatura inferiore a 25° C fino a un massimo di 3 giorni prima dell'utilizzo. Al termine di questo periodo, il prodotto deve essere eliminato. Ogni contenitore è monouso. Una volta aperto, lo usi immediatamente ed elimini qualsiasi parte non utilizzata.

Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce.

Non getti alcun medicinale nell'acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l'ambiente.

Altre informazioni

Cosa contiene Vitaros

Il principio attivo è Alprostadil

Ciascun contenitore monodose contiene 200 microgrammi di alprostadil in 100 mg di crema (2 mg/g).

Ciascun contenitore monodose contiene 300 microgrammi di alprostadil in 100 mg di crema (3 mg/g).

Vitaros è disponibile in astucci di cartone con quattro (4) contenitori monodose.

Gli eccipienti sono; acqua purificata; etanolo, anidro; laurato di etile; gomma di guar idrossipropile; dodecil-2-(N,N-dimethylamino)-propionato cloridrato; potassio diidrogeno fosfato; idrossido di sodio, per la regolazione del pH; acido fosforico, per la regolazione del pH.

Descrizione dell'aspetto di Vitaros e contenuto della confezione

Vitaros è una crema di colore da bianco a bianco avorio fornita in un contenitore monodose, AccuDose.

Il contenitore è costituito da uno stantuffo, un cilindro e un cappuccio di protezione fornito in una bustina protettiva.

Le bustine protettive sono composte da un foglio di alluminio/laminato.

Le parti del contenitore sono composte da polipropilene e polietilene.


Fonte Foglietto Illustrativo: AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Contenuto pubblicato a Gennaio 2016. Le informazioni presenti possono non risultare essere aggiornate. Per avere accesso alla versione più aggiornata, si consiglia l'accesso al sito web dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Disclaimer e informazioni utili.


Ulteriori informazioni su Vitaros sono disponibili nella scheda "Riassunto delle Caratteristiche".

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE - 

VITAROS CREMA

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - 

Ciascun contenitore monouso contiene 200 mcg di alprostadil in 100 mg di crema (2 mg/g).

Ciascun contenitore monouso contiene 300 mcg di alprostadil in 100 mg di crema (3 mg/g).

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

03.0 FORMA FARMACEUTICA - 

Crema

Vitaros è una crema di colore da bianco a bianco avorio fornita in un contenitore (AccuDose) monodose. AccuDose è un contenitore costituito da uno stantuffo, un cilindro e un cappuccio di protezione contenuto in una singola bustina protettiva.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - 

04.1 Indicazioni terapeutiche - 

Trattamento della disfunzione erettile nell'uomo di età ≥ 18 anni. La disfunzione erettile è l'incapacità di raggiungere o mantenere un'erezione sufficiente per permettere un rapporto sessuale soddisfacente.

04.2 Posologia e modo di somministrazione - 

Vitaros viene applicato sulla punta del pene.

Vitaros è disponibile in due dosaggi da 200 e 300 mcg di alprostadil in 100 mg di crema. Vitaros deve essere utilizzato in quantità necessaria per raggiungere l'erezione. Ogni contenitore AccuDose di Vitaros è solo monouso e deve essere correttamente smaltito dopo l'uso. L'effetto compare 5-30 minuti dopo la somministrazione. La durata dell'effetto è di circa 1- 2 ore. Tuttavia, la durata effettiva varia da paziente a paziente. Ogni paziente deve essere istruito da un medico esperto sulla tecnica adeguata per la somministrazione di Vitaros prima di procedere con l'autosomministrazione. La frequenza massima di somministrazione è di non più di 2-3 volte nell'arco di una settimana e solo una volta in un periodo di 24 ore.

La dose iniziale deve essere raccomandata da un medico. Una dose iniziale di 300 mcg può essere considerata specialmente nei pazienti con grave disfunzione erettile, co-morbidità o mancanza di risposta agli inibitori della PDE-5. I pazienti che non tollerano la dose da 300 mcg a causa di effetti collaterali locali possono scendere alla dose inferiore di 200 mcg.

Ai pazienti devono essere fornite istruzioni sulla tecnica corretta di somministrazione, sui possibili effetti indesiderati (per esempio: capogiri, svenimento) e la necessità di evitare l'uso di macchinari fino a quando non risulti chiaro il livello di tolleranza individuale del farmaco. Nello studio clinico è stato rilevata una frequenza di abbandono superiore nel gruppo trattato con 300 mcg rispetto al gruppo 200 mcg, rispettivamente del 30% e 20%.

Modo di somministrazione:

Applicare Vitaros sulla punta del pene (meato) circa 5-30 minuti prima di iniziare il rapporto sessuale seguendo le istruzioni riportate di seguito:

1) Lavarsi le mani prima di applicare Vitaros. Rimuovere il contenitore AccuDose dalla bustina strappando il bordo dentellato. Conservare la bustina per eliminare successivamente il contenitore AccuDose usato. Rimuovere il cappuccio dalla punta del contenitore AccuDose.

2) Afferrare la punta del pene con una mano e allargare delicatamente l'apertura del pene. (nota, se non è circonciso, abbassi prima il prepuzio e lo trattenga in tale posizione mentre successivamente allarga l'apertura del pene).

3) Tenere il cilindro del contenitore AccuDose tra le dita e posizionare la punta del contenitore sopra l'apertura del pene e lentamente (più di 5-10 secondi), spingere verso il basso lo stantuffo con il dito fino a quando tutta la crema non viene espulsa dal contenitore AccuDose. Nota: Non inserire la punta del contenitore nell'apertura del pene.

4) Tenere il pene in posizione verticale per circa 30 secondi per permettere alla crema di penetrare. Ci potrebbe essere della crema in eccesso. La quantità di crema eccedente varierà a seconda del paziente e non è inusuale che metà della dose possa rimanere sul bordo dell'apertura. Non utilizzare un secondo contenitore AccuDose per compensare la crema non introdotta nell'apertura del pene. I residui di crema in eccesso che coprono l'apertura possono essere spalmati delicatamente sulla pelle che circonda il meatocon la punta di un dito.

5) Ricordi che ogni dose di Vitaros è per una singola somministrazione. Rimettere il cappuccio sul contenitore AccuDose e riporlo nella bustina aperta, piegare e smaltire in conformità alla normativa locale vigente.

6) Vitaros può essere irritante per gli occhi. Lavarsi le mani dopo l'applicazione di Vitaros.

04.3 Controindicazioni - 

Vitaros non deve essere usato in pazienti affetti da:

• Patologie pregresse quali ipotensione ortostatica, infarto del miocardio e sincope.

• Ipersensibilità nota al alprostadil o ad uno degli eccipienti di Vitaros.

• Condizioni che potrebbero predisporre al priapismo, quali anemia falciforme o a tratto falciforme, trombocitemia, policitemia o mieloma multiplo, o leucemia.

• Anomala anatomia del pene, quali ipospadia grave, nei pazienti con deformazioni anatomiche del pene, come la anormale curvatura, e nei pazienti con uretrite e balanite (infiammazione / infezione del glande del pene).

• Inclini a trombosi venosa o che hanno una sindrome da iperviscosità e quindi sono ad aumentato rischio di priapismo (erezione rigida della durata di 4 o più ore).

• Vitaros non deve essere usato in pazienti per i quali l'attività sessuale è sconsigliata come negli uomini con condizioni cardiovascolari o cerebrovascolari instabili.

• Vitaros non deve essere utilizzato per un rapporto sessuale con una donna in età fertile a meno che la coppia non utilizzi un preservativo.

04.4 Avvertenze speciali e opportune precauzioni d'impiego - 

Effetti locali:

Erezioni prolungate della durata > 4 ore (priapismo), anche se rare, sono state osservate con l'uso di Vitaros. Il priapismo è stato osservato in due studi a 3 mesi in 1 paziente (0,06%) e nello studio > 6 mesi in 5 (0,4%) pazienti, di cui 4 (0,3%) nel gruppo da 200 mcg e 1 (0,1%) nel gruppo da 300 mcg. In caso di priapismo, il paziente deve essere informato di cercare immediata assistenza medica. Se il priapismo non viene trattato immediatamente, può causare un danno al tessuto del pene e una perdita permanente di potenza.

Ipotensione sintomatica (capogiri) e sincope si sono verificati in una piccola percentuale di pazienti (2/459 (0,4%), 6/1591 (0,4%), e 6/1280 (0,5%) a dosi di alprostadil di 100, 200 e 300 mcg, rispettivamente, durante gli studi di Fase 3. I pazienti devono essere avvertiti di evitare attività, come guidare o eseguire attività pericolose, che potrebbero provocare incidenti nel caso insorgesse sincope in seguito alla somministrazione di Vitaros.

Prima di iniziare il trattamento con Vitaros, le cause di disfunzione erettile, che sono trattabili, devono essere escluse mediante appropriati metodi diagnostici.

Inoltre, i pazienti con patologie pregresse, come ipotensione ortostatica, infarto del miocardio e sincope, non devono utilizzare Vitaros (vedi CONTROINDICAZIONI, paragrafo 4.3).

Non sono stati condotti studi clinici in pazienti con una storia di patologia neurologica o lesione spinale.

La farmacocinetica di Vitaros non è stata valutata in pazienti con insufficienza epatica e/o renale. Potrebbe essere necessario ridurre il dosaggio in queste popolazioni a causa di alterazioni del metabolismo.

Precauzioni generali:

Vitaros deve essere applicato seguendo le istruzioni riportate sopra. L'esposizione intrauretrale involontaria può causare bruciore al pene o sensazione di formicolio e dolore. L'effetto della esposizione ripetuta a lungo termine intrauretrale di Vitaros è sconosciuto.

I pazienti devono essere informati che Vitaros non offre alcuna protezione alla diffusione di malattie sessualmente trasmissibili. I pazienti e le partner che utilizzano Vitaros devono essere consigliati circa le misure di protezione necessarie per evitare la diffusione di agenti trasmissibili sessualmente, compreso il virus dell'immunodeficienza umana (HIV).

Gli operatori sanitari dovrebbero incoraggiare i loro pazienti a informare le loro partner sessuali che stanno utilizzando Vitaros. Le partner di coloro che utilizzano Vitaros possono manifestare eventi avversi, più comunemente irritazione vaginale. Si raccomanda pertanto l'uso di un preservativo.

Non sono stati studiati gli effetti di Vitaros sulla mucosa orale o anale. Un preservativo deve essere usato in caso di sesso orale (fellatio) o sesso anale.

Vitaros non ha proprietà contraccettive. Si raccomanda che le coppie che utilizzano Vitaros usino una contraccezione adeguata se la partner è in età fertile.

Non ci sono informazioni sugli effetti durante la prima fase di gravidanza di alprostadil relativamente alle quantità ricevute dalle partner di sesso femminile. Deve essere utilizzato un preservativo in caso di rapporti sessuali con donne in età fertile, donne in gravidanza o che allattano.

L'utilizzo del farmaco è stato studiato solo unitamente a preservativi a base di lattice, non si possono escludere eventuali rischi di danni a preservativi composti da altri materiali.

04.5 Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione - 

Non sono stati condotti studi di interazione di farmacocinetica o farmacodinamica con Vitaros. Basandosi sul metabolismo del farmaco (vedere "Proprietà farmacocinetiche"), interazioni farmaco-farmaco sono da considerarsi improbabili.

Effetti di interazione

Non è stata studiata la sicurezza e l'efficacia di Vitaros, in concomitanza con altri trattamenti per la disfunzione erettile, in particolare con gli inibitori della fosfodiesterasi-5 (PDE-5) o sildenafil, tadalafil e vardenafil. Pertanto, Vitaros non deve essere usato in associazione con gli inibitori della PDE5. Poiché sia Vitaros sia gli inibitori della PDE5 hanno effetti cardiovascolari, un ulteriore aumento del rischio cardiovascolare non può essere escluso.

Non sono stati effettuati studi di interazione relativi all'impiego di Vitaros in pazienti con impianto penieno o trattati con rilassanti della muscolatura liscia come la papaverina e farmaci usati per indurre l'erezione come i farmaci alfa bloccanti (ad esempio fentolamina intracavernosa, timoxamina). C'è un rischio di priapismo (erezione anomala prolungata dolorosa) se Vitaros viene usato in concomitanza con questi farmaci.

Non sono stati effettuati studi di interazione tra Vitaros e simpaticomimetici, decongestionanti e soppressori dell'appetito. Quando usato in associazione con questi medicinali, Vitaros può avere un effetto ridotto (inibizione dell'effetto farmacologico).

Non sono stati effettuati studi di interazione tra Vitaros e farmaci anticoagulanti o inibitori dell'aggregazione piastrinica. L'uso di Vitaros in associazione con tali farmaci potrebbe aumentare il rischio di sanguinamento uretrale ed ematuria.

L'associazione con farmaci antipertensivi e farmaci vasoattivi potrebbe aumentare il rischio di ipotensione; soprattutto negli anziani.

04.6 Gravidanza ed allattamento - 

Gravidanza

Non vi sono dati riguardanti l'uso di Vitaros in donne in gravidanza. L'esposizione indiretta all'alprostadil nelle donne è probabilmente bassa.

I dati sugli animali dopo esposizione a dosi elevate di alprostadil mostrano effetti tossici sulla riproduzione (vedere paragrafo 5.3).

Le donne in gravidanza non devono essere esposte ad Vitaros.

Allattamento

Non è noto se l'esposizione indiretta all'alprostadil porti ad una significativa escrezione nel latte materno. Non è raccomandato l'uso di Vitaros durante l'allattamento.

Fertilità

In conigli maschi, è stata osservata atrofia dei tubuli seminiferi dei testicoli dopo somministrazione ripetuta. Non è noto se Vitaros ha un effetto sulla fertilità maschile umana.

04.7 Effetti sulla capacita' di guidare veicoli e sull'uso di macchinari - 

Non sono stati effettuati studi sugli effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari.

Poiché capogiri e sincope (svenimento), sono stati riportati raramente durante gli studi clinici con Vitaros, i pazienti devono evitare mansioni, come la guida o attività rischiose, per almeno 1-2 ore dopo la somministrazione di Vitaros, in quanto l'insorgenza di sincope potrebbe provocare incidenti.

04.8 Effetti indesiderati - 

Tabella delle reazioni avverse

Gli eventi avversi più frequentemente riportati in trattamento con Vitaros sono elencati nella tabella sottostante (molto comune ≥ 1/10; comune ≥ 1/100, <1/10, non comune ≥ 1/1000, <1/100, raro ≥ 1/10000, <1/1000, molto raro <1/10000). Il priapismo (una erezione che dura più di 4 ore) è una condizione grave che richiede un trattamento immediato da parte di un medico.

Tabella 1 Reazioni Avverse

Classificazione sistemica organica (MedDRA) Frequenza Reazioni avverse
Patologie del sistema nervoso Non comune Iperestesia
Patologie vascolari * Non comune Capogiri
Ipotensione
Sincope
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo Comune Rash cutaneo
Patologie del tessuto muscoloscheletrico e del tessuto connettivo Non comune Dolore alle estremità
Patologie renali e urinarie Comune Dolore uretrale
Non comune Stenosi uretrale
Infiammazione delle vie urinarie
Patologie dell'apparato riproduttivo e della mammella Comune Bruciore al pene
Dolore al pene
Eritema al pene
Dolore genitale
Disturbo genitale
Eritema genitale
Aumento dell'erezione
Prurito ai genitali
Edema del pene
Balanite
Formicolio del pene
Pulsazioni del pene
Intorpidimento del pene
Nel donne partner:
Sensazione di bruciore vulvovaginale
Vaginite
Non comune Prurito del pene
Rash genitale
Dolore scrotale
Pienezza dei genitali
Eccessiva rigidità
Mancanza di sensibilità al pene
Erezione prolungata e/o priapismo
Nel donne partner: prurito vulvovaginale
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione Non comune Dolore alla sede di somministrazione

Popolazioni speciali

* Non vi è alcuna chiara indicazione che alprostadil causi un aumento del rischio di eventi cardiovascolari, ad eccezione degli effetti vasodilatatori. Tuttavia, non si può escludere che i pazienti con pregressa malattia o fattori di rischio un rischio aumentato di avere eventi, in concomitanza con un aumento dell' attività sessuale/ fisica che è associata all'uso di alprostadil (vedere paragrafi 4.3 e 4.4).

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite http://www.agenziafarmaco.gov.it/it/content/modalit%C3%A0-di-segnalazione-delle-sospette-reazioni-avverse-ai-medicinali.

04.9 Sovradosaggio - 

Con Vitaros non sono stati riportati casi di sovradosaggio che richiedevano un trattamento.

In caso di sovradosaggio con Vitaros, si potrebbe verificare ipotensione, sincope, capogiri, dolore penieno e possibile priapismo (erezione rigida che dura per più di 4 ore). Il priapismo può causare peggioramento permanente della funzione erettile. I pazienti con sospetto di sovradosaggio che manifestano questi sintomi devono essere tenuti sotto stretta sorveglianza medica fino a che i sintomi locali o sistemici non siano risolti.

Si deve informare il paziente di consultare immediatamente un medico, se l'erezione perdura per più di 4 ore. Devono essere presi i seguenti provvedimenti:

• Far stendere il paziente supino o sul fianco. Applicare alternativamente per due minuti su ciascun lato superiore interno della coscia del ghiaccio (questo dovrebbe portare ad un rilasciamento riflesso delle valvole venose). Se non si ottiene risposta entro 10 minuti, interrompere il trattamento.

• Se questo trattamento è inefficace e l'erezione perdura per più di 6 ore, si deve effettuare un'aspirazione peniena. Usando procedure sterili, inserire un ago butterfly di calibro 19-21 nel corpo cavernoso e aspirare 20-50 ml di sangue. Questo dovrebbe portare a una detumescenza del pene. Se necessario, ripetere l'operazione sul lato opposto del pene.

• Se il trattamento non ha successo, si raccomanda la somministrazione di un farmaco a-adrenergico per iniezione intercavernosa. Questa operazione deve essere effettuata con cautela, anche se nel trattamento del priapismo l'abituale controindicazione alla somministrazione intrapeniena di un vasocostrittore non è valida. Si devono monitorare continuamente la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca durante la procedura. Estrema cautela va usata in pazienti che presentano patologie delle coronarie, ipertensione non controllata, ischemia cerebrale, e in tutti i soggetti che sono in trattamento con inibitori delle MAO (mono ammino ossidasi). In quest'ultimo caso, devono essere disponibili i presidi per il controllo delle crisi ipertensive.

• Si deve preparare una soluzione di 200 mcg /ml di fenilefrina e iniettare, ogni 5-10 minuti, da 0,5 a 1,0 ml di soluzione. In alternativa può essere usata una soluzione di 20 mcg /ml di adrenalina. Se necessario, questo può essere seguito da una ulteriore aspirazione di sangue tramite lo stesso ago butterfly. La massima dose di fenilefrina deve essere di 1 mg, quella di adrenalina 100 mcg (5 ml di soluzione).

• Come alternativa può essere usato metaraminolo, ma si deve tener presente che sono state riportate crisi ipertensive fatali dopo la somministrazione di questo farmaco. Se anche questo trattamento si dimostra inefficace a risolvere il priapismo, il paziente deve essere immediatamente sottoposto a trattamento chirurgico.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE - 

05.1 Proprieta' farmacodinamiche - 

Categoria farmacoterapeutica: Farmaci usati nella disfunzione erettile

Codice ATC: G04BE01

Meccanismo d'azione:

Alprostadil è chimicamente identico alla Prostaglandina E1, la cui azione comporta dilatazione dei vasi sanguigni nei tessuti erettili dei corpi cavernosi ed aumento del flusso arterioso cavernoso, causando la rigidità del pene.

Dopo l'applicazione di Vitaros l'erezione insorge nell'arco di 5-30 minuti. Alprostadil ha una breve emivita nell'uomo e l'effetto sull'erezione può durare da 1 a 2 ore dopo la somministrazione.

Efficacia: due studi di fase 3 hanno valutato l'efficacia di Vitaros nei pazienti con disfunzione erettile. Rispetto al placebo, un miglioramento statisticamente significativo è stato osservato nei gruppi trattati con alprostadil 100, 200 e 300 mcg per ciascuno degli endpoint primari di efficacia, vale a dire, il punteggio del dominio della funzionalità erettile (EF) dell'International Index of Erectile Function (IIEF) e una migliorata penetrazione vaginale e l'eiaculazione. Inoltre, sono stati riportati anche miglioramenti complessivi e significatività statistica dei gruppi di trattamento rispetto al placebo in diverse delle variabili di efficacia secondaria, incluso gli altri punteggi del dominio IIEF (funzione orgasmica, soddisfazione sessuale e soddisfazione globale), del Patient Self-Assessment of Erection (PSAE) e del Global Assessment Questionnaire (GAQ).

Efficacia di sottopopolazione: Miglioramenti simili per i punteggi del IIEF EF a quelli di tutti i pazienti sono stati osservati in vari sottogruppi di pazienti (diabetici, cardiopatici, con prostatectomia, ipertensione e pazienti che non hanno risposto alla terapia precedente con il Viagra e nei due gruppi di età (≤ 65 e > 65 anni) nelle scale di soddisfazione IIEF (International Index of Erectile Function) EF.

05.2 Proprieta' farmacocinetiche - 

Assorbimento: La biodisponibilità assoluta per via topica non è stata determinata. In uno studio di farmacocinetica, i pazienti con disfunzione erettile sono stati trattati con 100 mg di Vitaros crema alle dosi di 100, 200 e 300 mcg di alprostadil. I livelli plasmatici di PGE1, e del suo metabolita, PGE0 erano bassi o non rilevabili nella maggior parte dei soggetti e nella maggior parte dei tempi di campionamento e i parametri farmacocinetici non potevano essere quindi stimati. Valori di Cmax e valori di AUC di 15-keto-PGE0 erano bassi e hanno mostrato un aumento minore rispetto all'aumento proporzionale delle dosi nel range terapeutico di 100-300 mcg. Le concentrazioni plasmatiche massime di 15-cheto-PGE0 sono state raggiunte entro un'ora dalla somministrazione.

Tabella 2

Media (DS) Parametri di farmacocinetica per 15-keto-PGE0

Parametro Placebo (N=5) Vitaros 100 mcg (N=5) Vitaros 200 mcg (N=5) Vitaros 300 mcg (N=5)
AUCa (pg*hr/mL) 388 (256) 439 (107) 504 (247) 960 (544)
Cmax (pg/mL) 23 (19) 202 (229) 120 (103) 332 (224)
Tmax (ora) 6 (8) 0.6 (0.4) 1 (0.7) 0.7 (0.3)
T1/2 (ora) 4 (--)b 5 (3) 3 (1)c 6 (6)
aAUC è l'area sotto la curva di concentrazione plasmatica dal tempo zero a 24 ore
bSolo 1 soggetto ha avuto dati sufficienti per la stima dell'emivita.
cSolo 3 soggetti avevano dati sufficienti per la stima dell'emivita. DS = deviazione standard

Distribuzione: Dopo la somministrazione sul meato e glande del pene, alprostadil viene rapidamente assorbito nel corpo spongioso e nei corpi cavernosi attraverso i vasi collaterali. Il resto entra nella circolazione venosa pelvica attraverso le vene che drenano il corpo spongioso.

Metabolismo: In seguito a somministrazione topica, PGE1 viene rapidamente metabolizzato localmente per ossidazione enzimatica del gruppo 15-idrossile a 15-keto-PGE1. 15-keto-PGE1 conserva solo 1-2% dell'attività biologica di PGE1 e si riduce rapidamente per formare il più abbondante metabolita inattivo, 13,14-diidro, 15-keto-PGE che viene principalmente eliminato attraverso reni e fegato.

Escrezione: Dopo somministrazione endovenosa di alprostadil marcato con tritio nell'uomo, il farmaco marcato scompare rapidamente dal sangue nei primi 10 minuti e rimane solo un basso livello di radioattività nel sangue dopo 1 ora. I metaboliti di alprostadil sono escreti principalmente per via renale, circa il 90% della dose somministrata per via endovenosa viene escreto nelle urine entro 24 ore dopo la somministrazione. Il resto viene escreto nelle feci. Non vi è alcuna evidenza di ritenzione tissutale di alprostadil o dei suoi metaboliti dopo somministrazione endovenosa.

Farmacocinetica in popolazioni speciali:

Malattia polmonare: I pazienti affetti da malattia polmonare possono avere una ridotta capacità di eliminazione del farmaco. Nei pazienti con sindrome da distress respiratorio dell'adulto, l'estrazione polmonare di PGE1 somministrata per via endovenosa era ridotta di circa il 15% rispetto ad un gruppo di controllo di pazienti con funzione respiratoria normale.

Sesso: Gli effetti del sesso sulla farmacocinetica di Vitaros non sono stati studiati e non sono stati condotti studi di farmacocinetica in partner femminili.

Anziani, bambini: Gli effetti dell'età sulla farmacocinetica di alprostadil topico non sono stati studiati. L'Vitaros non è indicato per l'uso nei bambini o in soggetti di età inferiore ai 18 anni.

05.3 Dati preclinici di sicurezza - 

Alprostadil, l'eccipiente DDAIP e Vitaros (incluso DDAIP) non hanno mostrato potenziale genotossico.

Non sono stati condotti studi di carcinogenicità con alprostadil o Vitaros. Valutazioni di cancerogenicità dell'eccipiente DDAIP non hanno rilevato formazione tumorale dopo somministrazione topica nei topi e per via sottocutanea nei ratti. Nel topo transgenico Tg.AC, DDAIP ad una concentrazione di 1,0% e 2,5% ha indotto sviluppo di papillomi sia nelle femmine sia nei maschi. Questo effetto non è probabilmente rilevante per gli esseri umani, ed è probabilmente causato da irritazione.

Alprostadil non ha alcun effetto sul numero di spermatozoi o sulla morfologia. Tuttavia, l'eccipiente DDAIP ha causato atrofia dei tubuli seminiferi dei testicoli nei conigli dopo somministrazione locale ad una concentrazione del 5%. Un effetto diretto spermatotossico di DDAIP non è stato testato, è quindi sconosciuta la rilevanza di una possibile riduzione della fertilità maschile negli esseri umani. La somministrazione sottocutanea nel ratto di DDAIP non ha avuto effetti sulla fertilità.

La somministrazione di Alprostadil, per via sottocutanea in bolo a dosi basse, nelle ratta gravida ha evidenziato un effetto embriotossico (diminuzione del peso fetale). Dosi più elevate hanno determinato un aumento dei riassorbimenti, un numero ridotto di feti vivi, aumento dell'incidenza di variazioni e malformazioni viscerali e scheletriche e tossicità materna. Somministrazione intravaginale di PGE1 in coniglie gravide non ha comportato alcun danno al feto.

Gli studi di tossicità riproduttiva con DDAIP, nel ratto e nel coniglio dopo somministrazione sottocutanea, non hanno mostrato effetti nel ratto mentre nel coniglio, a dosi elevate, si è osservata fetotossicità ed aumento di malformazioni probabilmente legate a una tossicità materna. Nessun effetto sullo sviluppo post- natale è stato evidente nel ratto.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - 

06.1 Eccipienti - 

Acqua purificata, Etanolo, anidro, Laurato di etile, Gomma di guar idrossipropile, Dodecil-2-(N,N- dimetilamino)-propionato cloridrato, Potassio diidrogeno fosfato, Idrossido di sodio, per la regolazione del pH, Acido fosforico, per la regolazione del pH

06.2 Incompatibilita' - 

Non applicabile

06.3 Periodo di validita' - 

9 mesi per Vitaros 2 mg/g crema

18 mesi per Vitaros 3 mg/g crema

Una volta aperto, usare immediatamente, eliminare qualsiasi parte inutilizzata.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - 

Conservare in frigorifero (2 ° C - 8 ° C).

Non congelare.

Le buste sigillate possono essere conservate fuori dal frigorifero da parte del paziente, ad una temperatura inferiore a 25° C fino a un massimo di 3 giorni prima dell'utilizzo.

Al termine di questo periodo, il prodotto deve essere eliminato.

Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce.

06.5 Natura del confezionamento primario e contenuto della confezione - 

Vitaros è fornito in bustine singole contenenti un (1) contenitore AccuDose. Ogni singolo contenitore contiene 100 mg di crema. Vitaros è disponibile in astuccio contenente quattro (4) contenitori. Le bustine sono formate da uno strato di alluminio/laminato. Il contenitore è composto da polipropilene e polietilene.

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - 

Ogni contenitore è esclusivamente monouso.

Il medicinale non utilizzato ed i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità alla normativa locale vigente.

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - 

Bracco s.p.a.

Via E. Folli, 50 - 20134 Milano

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - 

"2 mg/g crema" 4 contenitori monodose in PP/PE da 100 mg in bustina AL singola AIC 041332014 "3 mg/g crema" 4 contenitori monodose in PP/PE da 100 mg in bustina AL singola AIC 041332026

09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE O DEL RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - 

31.05.2013

10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - 

Ottobre 2013

11.0 PER I RADIOFARMACI, DATI COMPLETI SULLA DOSIMETRIA INTERNA DELLA RADIAZIONE - 

12.0 PER I RADIOFARMACI, ULTERIORI ISTRUZIONI DETTAGLIATE SULLA PREPARAZIONE ESTEMPORANEA E SUL CONTROLLO DI QUALITÀ - 




Ultima modifica dell'articolo: 13/06/2017