Dovobet - Foglio Illustrativo

Principi attivi: Calcipotriolo, Betametasone

Dovobet

DOVOBET® 50 microgrammi/ + 0,5 mg/g unguento

I foglietti illustrativi di Dovobet sono disponibili per le confezioni:

IndicazioniPerché si usa Dovobet? A cosa serve?

Dovobet unguento è utilizzato sulla pelle per trattare la psoriasi a placche (psoriasi volgare) negli adulti. La psoriasi è una malattia in cui le cellule della pelle vengono prodotte troppo rapidamente. Questo causa arrossamento, desquamazione e ispessimento della pelle.

Dovobet unguento contiene il calcipotriolo e il betametasone. Il calcipotriolo normalizza la crescita delle cellule cutanee e il betametasone agisce riducendo l'infiammazione.

ControindicazioniQuando non dev'essere usato Dovobet?

Non usi DOVOBET:

  • se è allergico (ipersensibile) al calcipotriolo, al betametasone o ad uno qualsiasi degli eccipienti di Dovobet
  • se ha problemi con i livelli di calcio nel suo organismo (chieda al suo medico);
  • se ha altri tipi di psoriasi: come l'eritrodermica, l'esfoliativa o la pustolosa (chieda al suo medico).

Dato che Dovobet contiene uno steroide forte, NON lo usi sulla cute affetta da:

Precauzioni per l'usoCosa serve sapere prima di prendere Dovobet?

Prima di usare il farmaco, comunichi al medico, all'infermiere o al farmacista se

  • sta utilizzando altri farmaci che contengono corticosteroidi, in quanto possono verificarsi effetti indesiderati
  • ha utilizzato questo farmaco per molto tempo e decide di interrompere il trattamento (quando il trattamento con steroidi viene interrotto improvvisamente vi è il rischio che la psoriasi peggiori o si riacutizzi)
  • ha il diabete mellito (diabete), poiché i livelli di zucchero/glucosio nel sangue possono essere influenzati dallo steroide
  • le lesioni della pelle tendono ad infettarsi, può essere necessario interrompere il trattamento
  • ha un certo tipo di psoriasi chiamata psoriasi guttata

Speciali precauzioni

  • eviti di applicare il prodotto su più del 30% del corpo o di usare più di 15 g di prodotto al giorno
  • eviti di usare bendaggi o vestiti che possono aumentare l'assorbimento dello steroide
  • eviti l'uso su vaste aree di pelle danneggiata o su membrane mucose o nelle pieghe cutanee (per es. inguine, ascelle, sotto i seni) poiché può aumentare l'assorbimento dello steroide.
  • eviti di applicare il farmaco sulla pelle del viso o sui genitali (organi sessuali), che sono molto sensibili agli steroidi
  • eviti bagni di sole eccessivi, un eccessivo uso del solarium e altre forme di trattamento con luce.

Bambini

L'uso di Dovobet non è raccomandato nei bambini al di sotto dei 18 anni.

InterazioniQuali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto di Dovobet?

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo o ha recentemente assunto qualsiasi altro medicinale, compresi quelli senza prescrizione medica.

AvvertenzeÈ importante sapere che:

Gravidanza e allattamento

Non usi Dovobet se lei è in gravidanza (o potrebbe essere in gravidanza) o se sta allattando, senza averne prima parlato con il medico. Se il medico ha stabilito che lei può allattare, si accerti di non applicare Dovobet unguento nell'area del seno.

Chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Questo farmaco non dovrebbe influenzare la capacità di guidare veicoli o di utilizzare macchinari.

Informazioni importanti su alcuni eccipienti di DOVOBET

Dovobet unguento contiene idrossitoluene butilato (E321). Può causare reazioni cutanee locali (ad es. dermatite da contatto) o irritazione degli occhi e delle mucose.

Dose, Modo e Tempo di SomministrazioneCome usare Dovobet: Posologia

Prenda sempre Dovobet seguendo esattamente le istruzioni del medico. Se ha dei dubbi, consulti il medico o il farmacista.

Come utilizzare Dovobet: uso cutaneo.

Istruzioni per l'uso corretto

  • Utilizzi Dovobet solo sulla psoriasi; da non utilizzare sulla pelle non affetta da psoriasi.
  • Tolga il tappo e verifichi che il sigillo del tubo non sia rotto prima che lei usi l'unguento per la prima volta.
  • Per rompere il sigillo, utilizzi la parte posteriore del tappo.
  • Comprimendo il tubo, faccia fuoriuscire l'unguento su un dito pulito.
  • Frizioni dolcemente fino a quando l'area interessata dalla psoriasi risulti coperta e la maggior parte dell'unguento sia stata assorbita dalla pelle.
  • Non bendi, fasci strettamente o nasconda le zone di pelle trattate.
  • Si lavi bene le mani dopo aver utilizzato Dovobet (a meno che abbia utilizzato l'unguento per trattare le mani). Ciò eviterà un contatto accidentale dell'unguento con altre parti del corpo (specialmente il viso, il cuoio capelluto, la bocca e gli occhi).
  • Non si allarmi se una piccola parte dell'unguento tocca accidentalmente la pelle sana intorno alla placca psoriasica, ma pulisca la pelle se il farmaco si sparge troppo lontano dalla zona psoriasica.
  • Per raggiungere un effetto ottimale, si raccomanda di non fare il bagno o la doccia immediatamente dopo l'applicazione di Dovobet unguento.
  • Dopo l'applicazione dell'unguento eviti il contatto con tessuti che potrebbero facilmente macchiarsi di unto (per esempio: la seta).

Durata del trattamento

  • Usi l'unguento una volta al giorno. Può risultare più comodo applicare l'unguento la sera.
  • Il periodo di trattamento iniziale è normalmente di 4 settimane, ma il suo medico può decidere per un periodo di trattamento diverso.
  • Il medico può decidere di ripetere il trattamento.
  • Non usi più di 15 grammi al giorno. Se si utilizzano altri farmaci contenenti calcipotriolo, la quantità totale dei farmaci contenenti calcipotriolo non deve superare i 15 grammi al giorno e l'area trattata non deve superare il 30% della superficie corporea totale.

Cosa ci si deve aspettare con l'uso di DOVOBET

La maggior parte dei pazienti rileva miglioramenti evidenti dopo 2 settimane, anche se la psoriasi non è del tutto sparita dalla zona.

SovradosaggioCosa fare se avete preso una dose eccessiva di Dovobet

Se usa più DOVOBET di quanto deve

Contatti il medico se ha usato più di 15 g in un giorno.

L'uso eccessivo di Dovobet può causare problemi con i livelli di calcio nel sangue, che di solito si normalizzano dopo aver interrotto il trattamento.

Il medico può ritenere necessario sottoporla ad alcuni esami del sangue per controllare se l'uso di quantità eccessive di unguento possa aver causato un problema con i livelli di calcio nel sangue.

Un uso eccessivo e prolungato può anche causare un non corretto funzionamento delle ghiandole surrenali (le ghiandole surrenali sono situate vicino ai reni e producono ormoni).

Se dimentica di usare DOVOBET

Non usi una dose doppia per compensare la dimenticanza dell'applicazione.

Se interrompe il trattamento con DOVOBET

L'uso di Dovobet deve essere interrotto come indicato dal medico. Può essere necessario interrompere l'uso del farmaco gradualmente, specialmente dopo averlo usato per lungo tempo. Se ha qualsiasi dubbio sull'uso di Dovobet, si rivolga al medico o al farmacista.

Effetti IndesideratiQuali sono gli effetti collaterali di Dovobet?

Come tutti i medicinali, Dovobet può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

Effetti indesiderati gravi:

Informi il medico/infermiere immediatamente o appena possibile nel caso in cui manifesti qualcuno degli eventi indicati di seguito. Potrebbe essere necessario interrompere il trattamento

I seguenti effetti indesiderati gravi sono stati riportati con Dovobet:

Non comune ( può interessare fino a1 persona ogni 100)

  • Peggioramento della psoriasi. Informi il medico appena possibile se la sua psoriasi peggiora.

Raro (può interessare fino a1 persona ogni1.000)

Può verificarsi psoriasi pustolosa (zone arrossate che presentano pustole giallastre generalmente sulle mani o sui piedi). In questo caso, interrompa l'uso di Dovobet ed informi il medico appena possibile.

Alcuni gravi effetti indesiderati sono noti per essere causati dal betametasone (un forte steroide), uno dei componenti di Dovobet. Informi il medico appena possibile se avverte un effetto indesiderato grave. Questi effetti indesiderati si manifestano più frequentemente dopo l'uso prolungato, l'uso nelle pieghe cutanee (ad es. inguine, ascelle o sotto i seni), l'uso con bendaggio occlusivo o l'uso su una vasta superficie cutanea

Gli effetti indesiderati comprendono:

  • Le ghiandole surrenali possono smettere di funzionare in modo appropriato. I sintomi sono stanchezza, depressione ed ansia.
  • Cataratta (i sintomi sono visione annebbiata o appannata, difficoltà di vedere di notte e sensibilità alla luce) o aumento della pressione interna degli occhi (i sintomi sono dolore all'occhio, occhi rossi, diminuzione della vista o visione appannata).
  • Infezioni (perché il sistema immunitario, che combatte le infezioni, può essere soppresso o indebolito).
  • Psoriasi pustolosa (un'area arrossata con pustole giallastre che compare di solito sulle mani o sui piedi). Se nota questo, interrompa l'uso di Dovobet e informi il medico appena possibile.
  • Interferenza con il controllo metabolico del diabete mellito (se è diabetico può manifestare fluttuazioni della glicemia).

Gravi effetti indesiderati noti per essere causati dal calcipotriolo:

  • Reazioni allergiche con forte gonfiore del viso o di altre parti del corpo come le mani o i piedi. Potrebbero verificarsi gonfiore della bocca/gola e difficoltà nel respirare. Nel caso lei abbia una reazione allergica, interrompa l'uso di Dovobet, informi immediatamente il medico o si rechi al pronto soccorso del più vicino ospedale.
  • Il trattamento con questo unguento può far aumentare i livelli di calcio nel suo sangue o nelle urine (in genere quando si usano quantità eccessive di unguento). I sintomi di un aumento dei livelli di calcio nel sangue sono: eccessiva eliminazione di urine, costipazione, debolezza muscolare, confusione e coma. Ciò può essere grave e pertanto deve contattare immediatamente il medico. Tuttavia, i livelli ritorneranno normali quando si interrompe il trattamento.

Effetti indesiderati meno gravi

I seguenti effetti indesiderati meno gravi sono stati riportati con Dovobet.

Comune (può interessare fino a1 persona ogni 10)

Non comune (può interessare fino a1 persona ogni 100)

  • Dolore o irritazione cutanea
  • Eruzioni cutanee con infiammazione della pelle (dermatite)
  • Arrossamento della pelle dovuta alla dilatazione dei capillari (eritema)
  • Infiammazione o gonfiore della radice del pelo (follicolite)
  • Modifiche del colore della pelle nell'area in cui è stato applicato l'unguento
  • Eruzione cutanea
  • Sensazione di bruciore alla pelle
  • Infezione della pelle
  • Assottigliamento della pelle
  • Comparsa di decolorazione rossa o viola sulla pelle (porpora o ecchimosi)

Rari (può interessare fino a 1 persona ogni 1.000)

  • Infezione dei follicoli piliferi causate da funghi o batteri (foruncoli)
  • Reazioni allergiche
  • Ipercalcemia
  • Strie cutanee
  • Sensibilizzazione della pelle al sole e conseguente rash
  • Acne (brufoli)
  • Pelle secca
  • Effetto rebound: un peggioramento dei sintomi della psoriasi dopo la conclusione del trattamento

Effetti indesiderati meno gravi, dovuti all'uso del betametasone, specialmente per un tempo prolungato, includono quelli sotto indicati; in caso di comparsa di uno di questi effetti lei deve informare il medico o l'infermiere appena possibile.

  • Assottigliamento della pelle
  • Comparsa di vene superficiali o smagliature
  • Modifiche della crescita dei capelli
  • Eruzioni cutanee rosse attorno alla bocca (dermatite periorale)
  • Eruzioni cutanee, con infiammazione o gonfiore (dermatite allergica da contatto)
  • Piccole cisti color oro (milio colloidale)
  • Decolorazione della pelle (depigmentazione)
  • Infiammazione o gonfiore alla radice dei capelli (follicolite)

Effetti indesiderati meno gravi noti per essere causati dal calcipotriolo includono i seguenti:

  • Cute secca
  • Sensibilità della pelle alla luce, con conseguente eruzione cutanea
  • Eczema
  • Prurito
  • Irritazione cutanea
  • Sensazione di bruciore e di puntura
  • Arrossamento della pelle dovuto alla dilatazione dei capillari (eritema)
  • Eruzione cutanea
  • Eruzione cutanea con infiammazione della pelle (dermatite)
  • Peggioramento della psoriasi

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico, al farmacista o all'infermiere. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite Agenzia Italiana del Farmaco sito web: www.agenziafarmaco.gov.it. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

Scadenza e Conservazione

  • Tenere fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.
  • Non usi Dovobet dopo la data di scadenza che è riportata sull'etichetta, dopo "SCAD". La data di scadenza si riferisce all'ultimo giorno del mese.
  • Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.
  • Il tubo non deve essere usato 1 anno dopo la prima apertura. Scriva la data di prima apertura del tubo nell'apposito spazio sull'astuccio.
  • I medicinali non devono essere gettati nell'acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l'ambiente.

Cosa contiene DOVOBET unguento

I principi attivo sono:

calcipotriolo e betametasone

1 grammo di unguento contiene 50 microgrammi di calcipotriolo (come monoidrato) e 0,5 mg di betametasone (come dipropionato) Gli eccipienti sono:

Descrizione dell'aspetto di DOVOBET e contenuto della confezione

Dovobet unguento è un unguento di colore da avorio a giallo, fornito in tubi di alluminio/epossifenolo con tappo a vite in polietilene.

Confezioni: 15 g, 30 g, 60 g, 100 g e 120 g.

È possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.



Fonte Foglietto Illustrativo: AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Contenuto pubblicato a Gennaio 2016. Le informazioni presenti possono non risultare essere aggiornate. Per avere accesso alla versione più aggiornata, si consiglia l'accesso al sito web dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Disclaimer e informazioni utili.

Ulteriori informazioni su Dovobet sono disponibili nella scheda "Riassunto delle Caratteristiche".

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE

DOVOBET 50 MCG/0,5 MG/G UNGUENTO

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Un grammo d'unguento contiene 50 mcg di calcipotriolo (come monoidrato) e 0,5 mg di betametasone (come dipropionato).

Eccipienti con effetti noti:

Idrossitoluene butilato (E321) 50 mcg /g unguento.

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

03.0 FORMA FARMACEUTICA

Unguento.

Di colore da bianco a giallo.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

04.1 Indicazioni terapeutiche

Trattamento topico della psoriasi a placche volgare stabile, riconducibile a terapia topica negli adulti.

04.2 Posologia e modo di somministrazione

Posologia

Dovobet unguento deve essere applicato sulle aree affette una volta al giorno. Il periodo di trattamento raccomandato è di 4 settimane. È stata sperimentata la somministrazione di cicli ripetuti di Dovobet fino a 52 settimane. Se è necessario continuare o riprendere il trattamento dopo 4 settimane, il trattamento deve essere continuato dopo riesame medico e sotto regolare controllo medico.

Quando si utilizzano medicinali contenenti calcipotriolo, la dose massima giornaliera non deve superare i 15 g. La superficie corporea trattata con medicinali contenenti calcipotriolo non deve superare il 30% (vedere paragrafo 4.4).

Popolazione speciale

Compromissione della funzionalità renale ed epatica

Non sono state determinate la sicurezza e l'efficacia di Dovobet unguento nei pazienti affetti da grave insufficienza renale o gravi disturbi epatici.

Popolazione pediatrica

Non sono state determinate la sicurezza e l'efficacia di Dovobet unguento nei bambini al di sotto dei 18 anni di età. I dati attualmente disponibili nei bambini di età compresa tra i 12 e i 17 anni sono descritti nel paragrafo 4.8 e 5.1, ma non può essere fornita alcuna raccomandazione riguardante la posologia.

Modo di somministrazione

Dovobet unguento deve essere applicato sull'area affetta. Per raggiungere un effetto ottimale, si raccomanda di non fare il bagno o la doccia immediatamente dopo l'applicazione di Dovobet unguento.

04.3 Controindicazioni

Ipersensibilità ai principi attivi o a uno qualsiasi degli eccipienti elencati al paragrafo 6.1.

Dovobet è controindicato nelle forme di psoriasi eritrodermica, esfoliativa e pustolosa.

Per la presenza di calcipotriolo, Dovobet è controindicato in pazienti con noti disturbi del metabolismo del calcio (vedere paragrafo 4.4).

Per la presenza di un corticosteroide, Dovobet è controindicato nelle seguenti condizioni: lesioni cutanee di origine virale (ad esempio, herpes o varicella), infezioni cutanee di tipo micotico o batterico, infezioni da parassiti, manifestazioni cutanee dovute a tubercolosi, dermatite periorale, atrofia cutanea, strie atrofiche, fragilità capillare, ittiosi, acne volgare, acne rosacea, rosacea, ulcere e ferite (vedere paragrafo 4.4).

04.4 Avvertenze speciali e opportune precauzioni d'impiego

Effetti sul sistema endocrino

Dovobet unguento contiene uno steroide di classe III potente, pertanto deve essere evitato un trattamento concomitante con altri steroidi. Gli effetti indesiderati osservati in relazione al trattamento sistemico con corticosteroidi, come la soppressione corticosurrenale o l'interferenza con il controllo metabolico del diabete mellito, possono verificarsi anche durante il trattamento topico con corticosteroidi, a causa del loro assorbimento sistemico. Deve essere evitata l'applicazione con bendaggi occlusivi, poiché questi aumentano l'assorbimento sistemico dei corticosteroidi. L'applicazione su vaste aree di pelle danneggiata o sulle membrane mucose o nelle pieghe cutanee deve essere evitata perché ciò aumenta l'assorbimento sistemico dei corticosteroidi (vedere paragrafo 4.8).

In uno studio condotto su pazienti affetti da psoriasi su aree estese sia del cuoio capelluto sia del corpo, a seguito dell'uso di alte dosi di Dovobet gel (applicato sul cuoio capelluto) in associazione ad alte dosi di Dovobet unguento (applicato sul corpo), 5 pazienti su 32 hanno manifestato una diminuzione al limite della normalità del cortisolo in risposta alla stimolazione dell'ormone adrenocorticotropo (ACTH) dopo 4 settimane di trattamento (vedere paragrafo 5.1).

Effetti sul metabolismo del calcio

Data la presenza di calcipotriolo può verificarsi ipercalcemia se si supera la dose giornaliera massima (15g). Il calcio sierico si normalizza quando il trattamento si interrompe. Il rischio di ipercalcemia è minimo quando vengono rispettate le raccomandazioni sull'uso del calcipotriolo. Deve essere evitato un trattamento che interessi oltre il 30% della superficie corporea (vedere paragrafo 4.2).

Reazioni avverse locali

Dovobet unguento contiene uno steroide di classe III potente, pertanto deve essere evitato un trattamento concomitante con altri steroidi nella stessa area di trattamento.

La cute del viso e dei genitali è molto sensibile ai corticosteroidi. Il medicinale non deve essere usato in queste aree. Il paziente deve esser istruito sul corretto uso del medicinale in modo da evitare l'applicazione o il contatto accidentale con il viso, la bocca e gli occhi. È necessario lavarsi le mani dopo ogni applicazione per evitare il contato accidentale con tali aree.

Infezioni cutanee concomitanti

Nel caso in cui le lesioni cutanee vadano incontro a sovrainfezione, esse devono essere trattate con terapia antibatterica.

Tuttavia, se l'infezione peggiora, il trattamento con corticosteroidi deve essere interrotto (vedere paragrafo 4.3).

Interruzione del trattamento

Durante il trattamento della psoriasi con corticosteroidi topici, quando la terapia viene interrotta, vi è il rischio dell'insorgenza di psoriasi pustolosa generalizzata e che si verifichino effetti rebound. Pertanto si deve continuare il controllo medico nel periodo post trattamento.

Uso prolungato

Con l'uso prolungato vi è un aumentato rischio di effetti indesiderati sia locali che sistemici legati al corticosteroide. Il trattamento deve essere interrotto in caso di effetti indesiderati correlati all'utilizzo a lungo termine del corticosteroide (vedere paragrafo 4.8.)

Uso non analizzato

Non vi è alcuna esperienza sull'uso di Dovobet nella psoriasi guttata.

Uso combinato ed esposizione UV

Vi è un'esperienza limitata sull'uso di questo medicinale sul cuoio capelluto. Dovobet unguento per le lesioni da psoriasi sul corpo è stato usato in combinazione con Dovobet gel per le lesioni da psoriasi sul cuoio capelluto, ma c'è un'esperienza limitata sull'uso combinato di Dovobet con altri anti-psoriasici topici somministrati sulla stessa area trattata, e altri medicinali anti-psoriasici somministrati per via sistemica o con fototerapia.

Durante il trattamento con Dovobet, i medici devono raccomandare ai pazienti di limitare o evitare l'eccessiva esposizione alla luce solare, sia naturale che artificiale. Il calcipotriolo per via topica deve essere somministrato in concomitanza con l'esposizione a radiazioni UV solo se medico e paziente ritengono che i potenziali benefici siano maggiori dei potenziali rischi (vedere paragrafo 5.3).

Reazioni avverse agli eccipienti

Dovobet unguento contiene idrossitoluene butilato (E321) come eccipiente che può causare reazioni cutanee locali (es. dermatiti da contatto), o irritazione agli occhi e alle mucose.

04.5 Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione

Non sono stati effettuati studi di interazione con Dovobet.

04.6 Gravidanza ed allattamento

Gravidanza

Non ci sono dati sufficienti riguardanti l'uso di Dovobet in donne in gravidanza. Gli studi condotti su animali con glucocorticosteroidi hanno evidenziato una tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3), tuttavia indagini epidemiologiche (meno di 300 gravidanze valutate) non hanno evidenziato anomalie congenite in neonati nati da madri trattate con corticosteroidi durante la gravidanza. Il rischio potenziale per l'uomo non è definito. Pertanto, durante la gravidanza Dovobet deve essere utilizzato solo quando il possibile beneficio ne giustifichi il rischio potenziale.

Allattamento

Il betametasone viene escreto nel latte materno ma, alle dosi terapeutiche consigliate, il rischio di insorgenza di effetti indesiderati nel lattante si ritiene improbabile. Non vi sono dati circa l'escrezione di calcipotriolo nel latte materno. Il medico deve usare cautela nel prescrivere Dovobet a pazienti che stanno allattando al seno. La paziente deve essere avvisata di non applicare Dovobet sul seno durante il periodo di allattamento.

Fertilità

Studi condotti su ratti con dosi orali di calcipotriolo e betametasone dipropionato hanno dimostrato che non vi è alcuna compromissione della fertilità maschile e femminile (vedere paragrafo 5.3).

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari

Dovobet non altera o altera in modo trascurabile la capacità di guidare veicoli e di usare macchinari.

04.8 Effetti indesiderati

La frequenza stimata delle reazioni avverse è basata sull'analisi combinata di dati provenienti da studi clinici, che includono studi post-autorizzativi di sicurezza e segnalazioni spontanee.

Le reazioni avverse più frequentemente riportate durante il trattamento comprendono varie reazioni cutanee come prurito ed esfoliazione della cute.

Sono state riportate psoriasi pustolosa e ipercalcemia.

Le reazioni avverse sono elencate in accordo alla Classificazione per Sistemi e Organi secondo MedDRA e le singole reazioni avverse sono elencate partendo da quella con la frequenza maggiore. All'interno di ciascun gruppo di frequenza, le reazioni avverse sono elencate in ordine di gravità decrescente.

Molto comune (≥1/10)

Comune (≥1/100, <1/10)

Non comune (≥1/1000, <1/100)

Raro (≥1/10.000, < 1/1000)

Molto raro (<1/10.000)


Infezioni ed infestazioni
Non comune 1/1000, <1/100 infezione cutanea*, follicolite
Raro ≥1/10.000, < 1/1000 foruncolo
Disturbi del sistema immunitario
Raro ≥1/10.000, < 1/1000 Ipersensibilità
Disturbi del metabolismo e della nutrizione
Raro ≥1/10.000, < 1/1000 Ipercalcemia
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo
Comune (1/100, <1/10) esfoliazione della cute, prurito
Non comune 1/1000, <1/100 atrofia cutanea, aggravamento della psoriasi, dermatite, eritema, rash**, porpora o ecchimosi, sensazione di bruciore della cute, irritazione della cute
Raro ≥1/10.000, < 1/1000 psoriasi pustolosa, strie, reazioni di fotosensibilizzazione, acne, secchezza della cute
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione
Non comune 1/1000, <1/100 cambiamenti nella pigmentazione a livello del sito di applicazione, dolore al sito di applicazione***
Raro ≥1/10.000, < 1/1000 effetto rebound

*Sono state riferite infezioni cutanee che comprendono infezioni batteriche, da funghi e virali.

**Sono state riferite vari tipi di reazioni di rash quali rash esfolitativo, rash comune e rash pustoloso

***Dolore al sito di applicazione comprende sensazione di bruciore

Popolazione pediatrica

In uno studio aperto non controllato, 33 adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni con psoriasi volgare sono stati trattati con Dovobet unguento per 4 settimane fino ad un massimo di 56 g per settimana. Non sono stati osservati nuovi eventi avversi e non sono stati identificati dati di rilievo riguardanti l'effetto sistemico dei corticosteroidi. La dimensione dello studio non consente tuttavia di trarre conclusioni certe sul profilo di sicurezza di Dovobet unguento nei bambini e negli adolescenti.

Le seguenti reazioni avverse si ritengono collegate rispettivamente alle classi farmacologiche del calcipotriolo e del betametasone:

Calcipotriolo

Le reazioni avverse comprendono reazioni nel sito di applicazione, prurito, irritazione cutanea, sensazione di bruciore o di puntura, secchezza della cute, eritema, rash, dermatite, eczema, aggravamento della psoriasi, reazioni di fotosensibilizzazione e ipersensibilizzazione, inclusi casi molto rari di angioedema e edema facciale.

Effetti sistemici quali ipercalcemia ed ipercalciuria, possono comparire molto di rado in seguito all'applicazione topica (vedere paragrafo 4.4).

Betametasone (come dipropionato)

Le reazioni locali possono verificarsi dopo l'applicazione topica, specie se prolungata e comprendono atrofia cutanea, telangiectasie, strie, follicolite, ipertricosi, dermatite periorale, dermatite allergica da contatto, depigmentazione cutanea e milio colloidale.

Durante il trattamento della psoriasi con corticosteroidi ad uso topico vi potrebbe essere il rischio che insorga una psoriasi pustolosa generalizzata.

Le reazioni sistemiche dovute all'uso topico di corticosteroidi sono rare negli adulti, tuttavia possono essere gravi. Possono verificarsi soppressione corticosurrenalica, cataratta, infezioni, interferenza con il controllo metabolico del diabete mellito e aumento della pressione intraoculare, in particolare dopo trattamento prolungato. Le reazioni sistemiche si verificano più frequentemente se l'applicazione viene praticata in condizioni occlusive (bendaggio occlusivo, pieghe cutanee) se viene effettuata su aree cutanee estese e nel caso di trattamenti prolungati (vedere paragrafo 4.4).

Segnalazione delle reazioni avverse sospette

La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l'autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite Agenzia Italiana del Farmaco sito web: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

04.9 Sovradosaggio

L'impiego al di sopra della dose raccomandata può provocare un aumento di calcio sierico che scompare dopo sospensione del trattamento. I sintomi dell'ipercalcemia includono poliuria, costipazione, debolezza muscolare, confusione e coma.

L'uso eccessivamente prolungato di corticosteroidi topici può sopprimere la funzione dell'asse ipofisi-surrene con conseguente insufficienza surrenalica secondaria di solito reversibile. In questi casi è indicato un trattamento sintomatico.

In caso di tossicità cronica, il trattamento con corticosteroide deve essere sospeso gradualmente.

È stato riportato che a causa di un uso non corretto, un paziente affetto da psoriasi eritrodermica estesa, trattato con una dose settimanale di Dovobet unguento pari a 240 g (corrispondente ad una dose giornaliera di circa 34 g) per 5 mesi (dose massima giornaliera raccomandata 15 g) ha sviluppato sindrome di Cushing durante il trattamento e successivamente psoriasi pustolosa dopo una brusca sospensione del trattamento.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

05.1 Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: antisporiasici; altri antipsoriasici per uso topico, calcipotriolo, associazioni.

Codice ATC: D05AX52.

Il calcipotriolo è un analogo della vitamina D. I dati ottenuti in vitro suggeriscono che il calcipotriolo induca la differenziazione e inibisca la proliferazione dei cheratinociti. Questo è il meccanismo di base ipotizzato per spiegare la sua efficacia nella psoriasi.

Come altri corticosteroidi topici, il betametasone dipropionato ha attività anti-infiammatoria, antipruriginosa, vasocostrittiva ed immunosoppressiva senza essere comunque in grado di risolvere la condizione patologica di base. Con l'occlusione, l'efficacia può essere accresciuta per effetto della maggior penetrazione nello strato corneo. In relazione a ciò, aumenterà l'incidenza di effetti avversi. In generale, il meccanismo con cui si esplica l'attività antinfiammatoria dei corticosteroidi topici non è chiaro.

Uno studio sulla sicurezza condotto in 634 pazienti affetti da psoriasi ha analizzato la somministrazione di cicli ripetuti di Dovobet unguento applicato una volta al giorno, come richiesto, da solo o alternandolo con Daivonex, fino a 52 settimane, rispetto all'uso di Daivonex, da solo per 48 settimane dopo un ciclo iniziale di Dovobet unguento.

Reazioni avverse al farmaco sono state riportate nel 21,7% dei pazienti del gruppo trattato con Dovobet unguento, nel 29,6% del gruppo trattato alternativamente con Dovobet unguento /Daivonex e nel 37,9% del gruppo con Daivonex. Le reazioni avverse rilevate in più del 2% dei pazienti del gruppo trattato con Dovobet unguento sono state prurito (5,8%) e psoriasi (5,3%). Eventi avversi, di rilievo possibilmente correlati all'uso prolungato di corticosteroidi (ad es. atrofia cutanea, follicolite, depigmentazione, foruncoli e porpora), sono stati riferiti dal 4,8% dei pazienti del gruppo trattato con Dovobet unguento, dal 2,8% dei pazienti del gruppo trattato alternativamente con Dovobet unguento/Daivonex e dal 2,9% del gruppo Daivonex.

È stata valutata la risposta surrenalica all'ACTH misurando i livelli sierici di cortisolo in pazienti affetti da psoriasi estesa sia sul cuoio capelluto sia sul corpo, che utilizzavano fino a 106 g alla settimana di Dovobet gel in associazione a Dovobet unguento. Si è osservata una diminuzione al limite della normalità della risposta al cortisolo dopo 30 minuti dalla stimolazione con ACTH, in 5 pazienti su 32 (15,6%) dopo 4 settimane di trattamento e in 2 pazienti su 11 (18,2%) tra quelli che hanno continuato il trattamento per 8 settimane. In tutti i casi osservati i livelli sierici di cortisolo erano tornati normali 60 minuti dopo la stimolazione con ACTH. In questi pazienti non è stata osservata alcuna modifica nel metabolismo del calcio. Pertanto per quanto riguarda la soppressione dell'asse HPA, questo studio dimostra che dosi molto elevate di Dovobet gel e Dovobet unguento possono avere un leggero effetto sull'asse HPA.

Popolazione pediatrica

La risposta surrenalica alla stimolazione con ACTH è stata misurata in uno studio non controllato di 4 settimane in 33 adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni con psoriasi del corpo, che avevano utilizzato fino a 56 g per settimana di Dovobet unguento. Non è stato riportato alcun caso di soppressione dell'asse HPA. Non è stata riportata ipercalcemia, ma un paziente ha manifestato aumento di calcio nelle urine possibilmente correlato al trattamento

05.2 Proprietà farmacocinetiche

Studi clinici effettuati con unguento radiomarcato hanno dimostrato che l'assorbimento sistemico di calcipotriolo e betametasone successivo all'applicazione di Dovobet unguento è inferiore all'1% della dose applicata (2,5 g) su cute integra (625 cm2) per 12 ore. L'applicazione sulle lesioni psoriasiche e in condizioni di bendaggio occlusivo può aumentare l'assorbimento dei corticosteroidi topici. L'assorbimento attraverso cute lesa è circa del 24%.

Dopo esposizione sistemica entrambi i principi attivi -calcipotriolo e betametasone dipropionato- vengono metabolizzati in modo esteso e rapido. Il legame proteico è circa del 64%. L'emivita di eliminazione plasmatica dopo somministrazione endovenosa è di 5-6 ore. A causa della formazione di un deposito nella cute l'eliminazione dopo l'applicazione dermica è dell'ordine di giorni. Il betametasone viene metabolizzato in particolare a livello epatico, ma anche a livello renale, a glucuronide ed esteri di solfato. La principale via di escrezione del calcipotriolo è quella fecale (ratti e cavie), mentre per il betametasone dipropionato la via di escrezione principale è quella urinaria (ratti e topi). Nei ratti, gli studi di distribuzione tissutale con calcipotriolo e betametasone diproprionato radiomarcati hanno dimostrato che i più alti livelli di radioattività sono stati raggiunti, rispettivamente, nel rene e nel fegato.

In uno studio condotto su 34 pazienti affetti da psoriasi estesa del corpo e del cuoio capelluto, trattati per un periodo di 4-8 settimane con applicazioni concomitanti di Dovobet gel e Dovobet unguento, i livelli ematici del calcipotriolo e del betametasone dipropionato si sono mantenuti al di sotto dei limiti inferiori quantificabili in tutti i campioni ematici. In alcuni pazienti è stato possibile quantificare un metabolita del calcipotriolo e un metabolita del betametasone dipropionato.

05.3 Dati preclinici di sicurezza

Studi negli animali hanno dimostrato che i corticosteroidi possono indurre una tossicità riproduttiva (palatoschisi, malformazioni scheletriche). In studi di tossicità riproduttiva condotti su ratti con somministrazione orale a lungo termine di corticosteroidi, sono stati segnalati un prolungamento del tempo di gestazione e un travaglio prolungato e difficoltoso. Inoltre, è stata osservata una riduzione della sopravvivenza della prole, una riduzione del peso corporeo alla nascita e una maggiore difficoltà nell'acquisire peso in seguito. Non è stata rilevata una compromissione della fertilità. La rilevanza di questi risultati per l'uomo non è nota.

Uno studio di cancerogenicità dermica condotto con il calcipotriolo nel topo e uno studio di carcinogenicità orale con il calcipotriolo nei ratti non hanno rivelato rischi particolari per l'uomo.

Studi di foto(co)cancerogenicità su topi suggeriscono che il calcipotriolo può accrescere l'effetto delle radiazioni UV di indurre tumori cutanei.

Uno studio di carcinogenicità dermica condotto con il betametasone dipropionato nel topo e uno studio di carcinogenicità orale con il betametasone dipropionato nei ratti non hanno rivelato rischi particolari sull'uomo. Non sono stati condotti studi di fotocancerogenicità con il betametasone dipropionato.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

06.1 Eccipienti

Paraffina liquida

Poliossipropilene-11-stearil-etere

All-rac-a-tocoferolo

Paraffina bianca soffice

Idrossitoluene butilato (E321)

06.2 Incompatibilità

In assenza di studi di incompatibilità, questo medicinale non deve essere miscelato con altri medicinali.

06.3 Periodo di validità

2 anni.

Validità dopo la prima apertura: 1 anno.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione

Non conservare a temperatura superiore ai 25° C.

06.5 Natura del confezionamento primario e contenuto della confezione

Tubi di alluminio/epossifenolo con tappo a vite in polietilene.

Confezioni: 3 (campione), 15, 30, 60, 100 e 120 g.

È possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione

Nessuna istruzione particolare.

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO

LEO Pharma A/S, 55 Industriparken - 2750 Ballerup (DK)

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO

3 g unguento tubo in Alluminio A.I.C. n. 035675014

15 g unguento tubo in Alluminio A.I.C. n. 035675026

30 g unguento tubo in Alluminio A.I.C. n. 035675038

60 g unguento tubo in Alluminio A.I.C. n. 035675040

100 g unguento tubo in Alluminio A.I.C. n. 035675053

120 g unguento tubo in Alluminio A.I.C. n. 035675065

09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE O DEL RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE

16 Giugno 2003 / Settembre 2011

10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

26 maggio 2015

11.0 PER I RADIOFARMACI, DATI COMPLETI SULLA DOSIMETRIA INTERNA DELLA RADIAZIONE

12.0 PER I RADIOFARMACI, ULTERIORI ISTRUZIONI DETTAGLIATE SULLA PREPARAZIONE ESTEMPORANEA E SUL CONTROLLO DI QUALITÀ



ARTICOLI CORRELATI

DOVOBET ® Calcipotriolo + BetametasoneDAIVONEX ® CalcipotrioloPSORCUTAN ® CalcipotrioloTOKEN ® Calcipotriolo + BetametasoneXAMIOL ® Calcipotriolo + BetametasoneCalcipotriolo su Wikipedia italianoCalcipotriol su Wikipedia inglesePsoriasiFarmaci per la cura della PsoriasiFarmaci contro la psoriasiPsoriasi: rimedi naturaliDieta e PsoriasiArtrite PsoriasicaCatrame - Catrame vegetale e Catrame MineraleFarmaci per l'Artrite PsoriasicaPsoriasi del Cuoio CapellutoPsoriasi delle Unghie - Psoriasi UnguealePsoriasi - ErboristeriaRimedi PsoriasiEnbrel - Foglietto IllustrativoFoto PsoriasiHumira - Foglietto IllustrativoNEOTIGASON ® AcitretinaRemicade - Foglietto IllustrativoReumaflex - Foglietto IllustrativoSintomi Artrite psoriasicaSintomi PsoriasiZORAC ® TazaroteneCosentyx - secukinumabEnbrel - etanerceptHumira - adalimumabInflectra - infliximabOtezla - apremilastRemicade - infliximabRemsima - infliximabStelara - ustekinumabBenepali - EtanerceptFlixabi - InfliximabTaltz - Ixekizumabpsoriasi su Wikipedia italianoPsoriasis su Wikipedia ingleseGentamicina e BetametasoneBEBEN ® BetametasoneBentelan - Foglietto IllustrativoBENTELAN ® BetametasoneBetabioptal - Foglietto IllustrativoBETABIOPTAL ® Cloramfenicolo e BetametasoneCELESTONE ® BetametasoneDiprosalic - Foglietto IllustrativoDIPROSALIC ® Betametasone + Acido salicilicoDiprosone - Foglietto IllustrativoDIPROSONE ® Betametasone dipropionatoEcoval - Foglietto IllustrativoECOVAL ® BetametasoneBetametasone su Wikipedia italianoBetamethasone su Wikipedia inglese
Ultima modifica dell'articolo: 07/12/2016