Ritmi Circadiani e Jat Lag

Pubblicato da: Beppe Carrello, visita il suo Blog. Pubblicato

nella sezione Salute alle ore 16:33 del 28 Maggio 2014.



I viaggi in aereo sortiscono per noi un effetto inaspettato: il noto fenomeno del JET LAG o sintomo di affaticamento, avvertito da tutti coloro che si muovono tra zone con fusi orari diversi.


Il verificarsi del jet lag dipende da una profonda alterazione del nostro ritmo circadiano.


Possiamo definire il ritmo circadiano come un orologio interno, che va a determinare numerose funzioni corporee. Solitamente, il ritmo circadiano consta di un ciclo di 24-26 ore ed è influenzato dall'esposizione di un soggetto all' alternanza buio-luce. Quando una persona viaggia, può capitare che attraversi diverse zone con fusi orari diversi; di conseguenza, la semplice esposizione alla luce solare risulta nettamente alterata, con un successivo cambiamento del ritmo circadiano. Visto che il fenomeno chiamato in causa influisce su numerosi processi fisiologici, un suo cambiamento comporterà sintomi - come la sonnolenza diurna e un calo di energie - caratteristici proprio del JET LAG. Tali variazioni tendono a perdurare per numerosi giorni e la loro durata aumenta in proporzione all'aumentare del numero delle zone con fusi orari diversi attraversate.


Oggigiorno, i viaggiatori possono usare alcuni artifizi per adattarsi al fenomeno del JET LAG. Visto che i cambiamenti del ritmo circadiano sono causati dal cambiamento dell'esposizione alla luce solare, colui che viaggia può impegnarsi durante il volo ad esporsi ad una luce chiara. Il porsi di notte dinnanzi ad una luce artificiale è utile per coloro che viaggiano verso ovest, mentre l'esposizione mattutina alla luce, è utile per chi viaggia verso est.

Anche un trattamento di tipo farmacologico può essere utile. Di recente per il trattamento del fenomeno "jet lag", è notevolmente aumentato l'uso della MELATONINA (noto ormone coinvolto nel mantenimento del ritmo circadiano).

Un saluto a tutti i lettori di MYPERSONALTRAINER, e al prossimo articolo!

Valutazione: Articolo di discreta qualità
Home Blog
Vuoi commentare l'articolo ?
Fallo nel forum