NASO "OSTRUITO"? Laser chirurgia nella ipertrofia dei turbinati

Pubblicato da: Claudio Lambertoni

nella sezione Salute alle ore 12:40 del 4 May 2015.


NASO

Laser chirurgia nella ipertrofia dei turbinati

trattamento chirurgico delle riniti croniche (allergiche, vasomotorie, farmacologiche). Interventi ambulatoriali, indolori, in anestesia locale, senza tamponi nasali.

I TURBINATI -
I turbinati sono tre "sporgenze ossee" situate in ogni fossa nasale e sono formati da una piccola "lamina" di osso ricoperta da mucosa.
Le allergie nasali (riniti allergiche), le infezioni ripetute (sinusiti), l'inalazione abituale di alcune sostanze negli ambienti di lavoro, il fumo e l'utilizzo reiterato di alcune gocce e spray nasali a base di vasocostrittori (riniti farmacologiche), determinano uno stato infiammatorio cronico che causa un notevole aumento di volume dei turbinati. La mucosa che li riveste si ipertrofizza: cioè, si "gonfia".

L'ipertrofia dei turbinati può essere responsabile di una cospicua serie di sintomi:

  • Ostruzione respiratoria nasale ("naso chiuso")
  • Mucorrea ("scolo di muco")
  • Ipoosmia (diminuita percezione degli odori)
    Rinolalia chiusa (voce nasale)
  • Rinolalia chiusa (voce nasale)
  • Starnuti, prurito e dolori alla radice del naso
    Senso di orecchio pieno (fullness)
  • Senso di orecchio pieno (fullness)
L'ipertrofia dei turbinati puo anche causare una serie di comlicanze:
  • Sinusiti
    Faringiti recidivanti o cronicizzate
  • Faringiti recidivanti o cronicizzate
    Roncopatia (russamento) e/o Sindrome delle apnee del sonno
  • Roncopatia (russamento) e/o Sindrome delle apnee del sonno
    Malattie dell'orecchio: Tubariti (salpingiti) Otite siero-mucosa (glue ear, mucotimpano) Otite media
  • Malattie dell'orecchio: Tubariti (salpingiti) Otite siero-mucosa (glue ear, mucotimpano) Otite media
Laser Chieuegia - Per tutti questi sintomi e queste complicanze, in caso di fallimento delle terapie mediche, l'unica terapia veramente risolutiva è quella chirurgica! L'obiettivo dell'atto chirurgico è quello di ripristinare lo stato della mucosa nasale danneggiata dalle reazioni allergiche, infiammatorie e irritative. Gli interventi chirurgici hanno come finalità la riduzione di volume dei turbinati, che vengono, in tal modo, ricondotti alla forma normale, precedente ai danni prodotti dalle patologie. In base alla nostra esperienza e alla esperienza di vari centri di chirurgia rinologica l'intervento più attuale e consigliabile è la Laser Chirurgia

Razionale della tecnica -
Il raggio laser "vaporizza" lo spessore dei turbinati ipertrofici lasciando integra la superficie della mucosa. I turbinati trattati con questa tecnica mantengono del tutto invariate le loro funzioni: filtrazione, riscaldamento ed umidificazione dell'aria inspirata.

Con il Laser si possono trattare agevolmente anche le deviazioni del setto nasale (cartilaginee anteriori) e i polipi nasali (polipi primitivi di piccola e media dimensione limitati alle fosse nasali oppure recidivi dopo altra chirurgia).


I turbinati trattati con questa tecnica mantengono del tutto invariate le loro funzioni: filtrazione, riscaldamento ed umidificazione dell'aria inspirata.

Il Laser (laser a diodi) - La radiazione luminosa emessa dal laser interagisce in modo molto particolare con i tessuti del nostro corpo.
L'energia del Laser è assorbita dai tessuti e trasformata in calore; si genera così una coagulazione delle proteine tissutali, che determina una cicatrizzazione dei vasi sanguigni ed una vaporizzazione dell'acqua intra ed extra cellulare. Il processo genera una distruzione del tessuto, ma le conseguenze sono sensibilmente inferiori a quelle provocate da altre manovre chirurgiche (elletrobisturi, radiofrequenza, debrider).
Per questo motivo la cicatrizzazione avviene in tempi più brevi ed in modo del tutto affidabile. Il decorso post-operatorio del paziente che si sottopone ad interventi di Laser chirurgia sui turbinati è, quindi, decisamente più agevole rispetto a quello di interventi eseguiti con altre metodologie.

LA PROCEDURA -
l'intervento laser (laser a diodi dell'ultima generazione) si esegue con una semplice anestesia locale di contatto (senza iniezioni) implementata dalla "sedazione" eseguita dall'anestesista che consiste nell'uso di alcuni farmaci che "rilassano e tranquillizzano" il paziente.

Una sola seduta di cinque/dieci minuti per ogni narice è sufficiente per "liberare" il naso: Si applicano nelle fosse nasali del paziente delle piccole falde di cotone imbevute di farmaco anestetico che vengono rimosse dopo circa venti minuti;
Si "inserisce" la fibra laser sotto la mucosa dei turbinati e si emette l'impulso luminoso retraendo delicatamente la fibra. (L'acqua contenuta nelle cellule del turbinato "vaporizza" causando una immediata e netta riduzione dimensionale dello stesso).


Durante e dopo la seduta laser, che avviene con un ricovero di tre ore, i pazienti non sentono alcun dolore, non è necessario praticare il fastidioso tamponamento nasale ed è possibile riprendere la propria attività lavorativa il giorno successivo all'operazione.


In base ai risultati dei controlli a distanza, si può con certezza affermare che l'efficacia e la stabilità dei risultati sono del tutto affidabili nel tempo e sovrapponibili a quelli della chirurgia tradizionale.
In caso di recidive (incidenza del tutto sovrapponibile a quella di tutte le tecniche miniinvasive) sarà comunque sempre possibile ripetere il trattamento laser.

Riferimenti in letteratura: Jaehne M, Sani A, Janda P, Takeno S, Tanigawa T, Katz S, Papadakis CE, Schmelzer B, Lagerholm S, DeRowe A, Lippert BM, Werner JA, Wolfson S, Kawamura S, Mladina R, Mittelman H.

Dott. Claudio Lambertoni

Specialista in Otorinolaringoiatria e Patologia Cervico - Facciale. Chirurgia Otorinolaringoiatrica, Chirurgia Endoscopica e del russamento, Laser Chirurgia.
Socio co-fondatore della Accademia Italiana di Rinologia
MILANO - ROMA
Tel. Mobile: 335 - 6941190
e-mail: claudiolambertoni@yahoo.it

Valutazione: Articolo di pessima qualità
Home Blog
Vuoi commentare l'articolo NASO "OSTRUITO"? Laser chirurgia nella ipertrofia dei turbinati?
Fallo nel forum 



Ultima modifica dell'articolo: 04/05/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ