Andare in bicicletta fa bene alla schiena?

Pubblicato da: Alessio Guaglianone

nella sezione Salute alle ore 12:17 del 20 dicembre 2014.


Andare in bicicletta fa bene alla schiena?

Quali sono i benefici?

Fare bicicletta rientra tra le attività sportive di tipo aerobico, che svolta correttamente e con continuità migliora:

  • Le condizioni di salute;
  • Aumenta la forza e l'elasticità muscolare;
  • Accresce la densità ossea;
  • Rende più solida la colonna vertebrale, in particolare, migliora il nutrimento del disco e delle cartilagini articolari, riduce la sensibilità ai dolori di schiena, aumenta la tolleranza al dolore e diminuisce la possibilità di ricadute in cui ha sofferto di lombalgia. Ma per ottenere questi benefici bisogna scegliere una bicicletta adeguata alla nostra struttura corporea. Sono diversi gli utilizzi della bicicletta nelle persone, viene utilizzata come:



Quale bicicletta dobbiamo utilizzare?

Per ottenere questi benefici bisogna scegliere una bicicletta adeguata alla nostra struttura corporea.
Sono diversi gli utilizzi della bicicletta nelle persone, viene utilizzata come:

  • Mezzo di trasporto, ha una posizione in sella comoda sia per la pedalata sia per la colonna;
  • Sport agonistico, in questo caso per raggiungere prestazioni più elevate si assume una posizione meno comoda, più favorevole per l'aerodinamica, ma non fisiologica per la colonna vertebrale perche la posizione aerodinamica del ciclista altera le curve fisiologiche: la lordosi lombare si inverte e da concava diventa convessa; la cifosi dorsale aumenta la sua curvatura; la lordosi cervicale aumenta la sua curvatura. A questa posizione sfavorevole si aggiungono poi i microtraumi ripetuti legati ai sobbalzi e alle vibrazioni continue imposte alla bicicletta dal fondo stradale. Si comprende così come la posizione aerodinamica mantenuta a lungo provochi facilmente dolore alla cervicale e lombare. Il dolore, in questo caso, è un sintomo intelligente. E uno stimolo a cambiare posizione.
  • In palestra, in questo caso dobbiamo fare una distinzione tra le diverse cyclette che troviamo all'interno della struttura:
    • Bike verticale: viene utilizzata come potenziamento per arti inferiori, miglioramento dell'elasticità muscolare, miglioramento dell'apparato cardiovascolare e respiratorio. Questo tipo di bike non è consigliata ai soggetti che presentano problematiche della colonna vertebrale (lombalgia, lombosciatalgia, cervicale ecc.), in quanto la posizione verticale non permette di mantenere una postura corretta.
    • Bike orizzontale: si differenzia dalla precedente per un movimento, di pedalata, quasi parallelo al suolo. Il meccanismo fisiologico di tipo aerobico è uguale e a differenza della precedente ha uno schienale d'appoggio per la parte del tronco. Questo tipo di bike non ha nessuna controindicazione ed è di facile utilizzo. Viene utilizzata soprattutto in persone con problematiche alla colonna, con eccessivo sovrappeso, in caso di difficoltà circolatorie a livello vascolare e in persone con problematiche alle ginocchia ed alle anche.
    • Bike da spinning: bisogna fare molta attenzione a questo tipo di attività. Questa bike si differenzia per il maggior peso e la più confortevole stabilità e compattezza. Durante questa lezione si ripete spesso la posizione in piedi sui pedali che può causare sovraccarichi sulla colonna vertebrale e conseguente infiammazione. Quindi è da evitare in casi di problematiche alla colonna.
Buona pedalata a tutti e fate attenzione alla scelta della bicicletta giusta!


Valutazione: Articolo di pessima qualità
Home Blog
Vuoi commentare l'articolo Andare in bicicletta fa bene alla schiena??
Fallo nel forum 



Ultima modifica dell'articolo: 20/12/2014

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ