Le virtù dell' Ylang Ylang

Pubblicato da: DR.Andrea Boccolari, visita il suo Blog. Pubblicato

nella sezione Integratori Fitoterapia alle ore 20:52 del 29 Maggio 2012.


Le virtù dell' Ylang Ylang

L'olio essenziale di Ylang Ylang è l'essenza profumata che si estrae dai fiori di una pianta il cui nome botanico è Cananga odorata, della famiglia delle Annonaceae.
Questa pianta è originaria delle Filippine e dell'Indonesia; cresce comunemente nelle isole della Polinesia, Melanesia e Micronesia.
Il suo habitat naturale è rappresentato dai terreni tipici delle foreste pluviali.

Gli oli essenziali sono sostanze estremamente concentrate che dal punto di vista chimico consistono di oltre 200 sostanze diverse, tra cui soprattutto alcoli, esteri, fenoli, terpeni, aldeidi e chetoni.
Gli oli essenziali sono volatili, possono avere una consistenza diversa (dura, resinosa o liquida) e vanno conservati in flaconi scuri e al fresco.
Dal punto di vista alchemico si possono classificare secondo uno schema base che individua tre gruppi:

- Note di cuore, il piano animico, gli oli estratti dai fiori (come l'Ylang Ylang) che sono gli elementi della pianta più legati alla luce;

- Note di testa, piano spirituale o eterico, gli oli estratti dai frutti, che necessitano della luce per svilupparsi;

-Note di base, piano corporeo, gli oli ricavati dal tronco.

E' possibile inoltre collegare ogni olio essenziale ai quattro elementi (Fuoco, Terra, Aria e Acqua) e ai Segni Zodiacali.

L'olio essenziale di Ylang Ylang ha un profumo dolce, floreale e femminile; è ascrivibile alla Nota di cuore, in quanto estratto dai fiori, è legato all'Elemento Acqua ed ai Segni Zodiacali Toro e Scorpione.
Si estrae per distillazione dei grossi fiori gialli della pianta tropicale; per 1 litro di olio essenziale occorrono dai 40 ai 60 kg di fiori.

Ci sono almeno quattro diverse qualità principali di questo olio; le prime tre si riferiscono alle prime tre frazioni di distillazione. La qualità "Completo" definisce la distillazione totale, quella più valida in terapia, mentre in cosmetica si usano le altre qualità in quanto più facili da miscelare.

L'olio essenziale di Ylang Ylang si usa soprattutto per gli effetti rilassanti; l'aroma inebriante ha un effetto liberatorio: sblocca, libera, placa, distende, scioglie ansie e tensioni.
Possiede inoltre un'azione antidepressiva, erotizzante, leggermente antisettica, ipotensiva; diminuisce la frequenza respiratoria ed agisce sull'ipofisi.
E' indicato nei disturbi della menopausa, nelle isterectomie e ovarectomie.
Risulta ottimo nei confronti della pelle secca e disidratata, trovando spazio in creme solari e doposole.
Bastano 2 gocce di olio nella composizione di gel, latte corpo o shampoo per esplicare le sue virtù a livello della cute.
Mescolato con olio essenziale di arancio e olio di jojoba rilassa la muscolatura facciale.
Il suo inconfondibile profumo, infine, allontana il dubbio, l'insicurezza, l'instabilità e i sentimenti bloccati.


Bibliografia

-Dizionario degli oli essenziali di B. Rieder e F. Wollner
-Aromaterapia pratica di S. Price
-Aromakosmetik di Junemann/Tisserand
-Profumi e psiche di S. Fischer

Valutazione: Articolo di buona qualità
Home Blog
Vuoi commentare l'articolo ?
Fallo nel forum 



Ultima modifica dell'articolo: 17/04/2015