Tecnica di esecuzione corretta ai fini dell' Ipertrofia

Pubblicato da: Paride Detti

nella sezione Fitness e BodyBuilding alle ore 16:42 del 18 gennaio 2015.


Tecnica di esecuzione corretta ai fini dell' Ipertrofia

Tecnica di esecuzione corretta ai fini dell' Ipertrofia

A cura di Paride Detti

Una tecnica di esecuzione corretta e' funzionale per l'aumento dell'ipertrofia muscolare? La risposta e' si. Analizziamo il tutto e cerchiamo di capire il perche. Avete mai visto un body builder professionista allenarsi come un powerlifter? Non credo e questo perche si parla di due mondi e due ricerche differenti. Il body builder si concentra sul muscolo, sulle sensazioni e collegamento mente - muscolo. Cerca quindi a discapito anche del carico esterno, un' aumento del carico interno. Il powerlifter ricerca invece la fluidità del movimento, la pulizia tecnica, si concentra sull'alzata. Tuttavia possiamo cercare di unire questi due mondi per ottenere qualcosa in più. Proviamo a chiarire tutto con un' esempio; quante persone conoscete che hanno sviluppato i pettorali facendo panca piana? E quanti ancora invece che non riescono a far crescere in maniera adeguata il petto con quest'ultima? Ma che passando invece alle distensioni con manubri vedono finalmente svilupparsi i loro pettorali? Qual'e' la differenza?. Ricordatevi questa legge fisiologica: "In un'alzata complessa e' sempre il motore primo che decelera e perde tensione, non l'anello debole". Per motore primo s'intende il muscolo più forte tra quelli propensi per quel determinato movimento. Nella panca piana sarà il gran pettorale, nello squat il grande gluteo e nelle trazioni il gran dorsale. Non e' quindi l'anello debole che frena l'alzata ma bensi il motore primo appunto che entrando in crisi trasferisce il carico su di esso. Questa e' una delle ragioni per cui molte persone non hanno ottenuto buoni risultati con la panca piana, lavorando sempre a cedimento senza un riferimento tecnico e trasferendo il carico sulle spalle ogni qual volta il sistema entrava in crisi. Anche il powerlifter cercando sempre di più un' aumento del carico esterno rispetto a quello interno tenderà ad inarcare molto la schiena per avvicinare il più possibile il petto al bilanciere limitando il rom dell'alzata e per questo stesso motivo allargherà molto la presa limitando il lavoro complessivo del muscolo gran pettorale. Bisogna quindi trovare una via di mezzo nell'esecuzione. Nella panca piana dobbiamo mantenere un' arco fisiologico della colonna che ci permetta l'adduzione delle scapole per proteggerla, fare un minimo di fermo per evitare un movimento di rimbalzo che toglierebbe kg al gran pettorale aiutandosi con la risposta elastica, avere quindi un' assetto molto simile a quello del powerlifting mantenendo tuttavia i principi del bodybuilding. La tecnica corretta' prevede dunque un buon rom per stirare e far lavorare bene il gran pettorale, i gomiti devono essere in una posizione naturale sotto il bilanciere e tutta quella connessione mente-muscolo tipica di chi vuole concentrare il suo lavoro sul muscolo target.

Conclusione

La tecnica corretta dunque e' funzionale per l'aumento dell'ipertrofia perche ci permette di essere sempre in spinta con il muscolo target senza disattivarlo nei grandi multi articolari e non ci fa perdere quel carico interno essenziale per la crescita muscolare. L'ipertrofia e' infatti una risposta fisiologica a stress meccanici e lo stress meccanico principale e' interno al muscolo. Un'altra legge fisiologica fondamentale e' la seguente: "La struttura e' al servizio della funzione". Avendo quindi un' aumento del lavoro in un certo lasso di tempo, l'ipertrofia sarà la risposta naturale a questa determinata necessità. Il corpo ha bisogno di aumentare il suo motore per poter fare più lavoro in quel determinato lasso di tempo. E' sempre la risposa fisiologica quella da cercare negli atleti natural. Contrariamente a quanto succede in palestra il corpo non ragiona per muscolo ma per movimento. L'isolamento muscolare e' difficilmente raggiungibile, se non da poche persone perchè va "contro natura" , la strada dei multi articolari e' molto piu' semplice perche la sinergia muscolare e' una risposta naturale e l'aumento del carico esterno darà un' aumento del carico interno e quindi un maggior stimolo meccanico.

Valutazione: Articolo di pessima qualità
Home Blog
Vuoi commentare l'articolo Tecnica di esecuzione corretta ai fini dell' Ipertrofia?
Fallo nel forum 



Ultima modifica dell'articolo: 18/01/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ