La figura del "PERSONAL" Trainer

Pubblicato da: Marco Evangelista

nella sezione Fitness e BodyBuilding alle ore 17:59 del 7 July 2013.


La figura del

La figura del Personal Trainer

Personal trainer : si... no... forse no... o forse si!
Ad oggi, nel settore fitness, questa e probabilmente la
figura che meno si conosce e spesso la si confonde con altri ruoli.
Quindi, la prima domanda che sovviene e la seguente: CHI E’ IL PERSONAL TRAINER?

Chi e il Personal Trainer?

  • Un istruttore fitness “piu qualificato”, preferibilmente laureato in scienze motorie o materie attinenti.
  • Un consulente del benessere.
  • Un motivatore.
  • Un allenatore personale.

Tutto vero, ma il personal trainer, o meglio, il PERSONAL trainer non e solo questo.

Molti professionisti del settore (i PT nella fattispecie) dedicano la loro vita ad ampliare il loro background tecnico in modo da essere in grado affrontare una vasta gamma di situazioni e/o problematiche al meglio, trovando la soluzione piu semplice ed indolore.
L’aggiornamento e uno dei punti cardine di un professionista, ma questo e un parametro che deve essere COMUNE a chi si reputa un professionista.
Cio’ che spesso manca e proprio la parte PERSONAL. Cosa si intende per parte PERSONAL?
La parte PERSONAL consiste nel trattare la sfera emozionale del proprio cliente, emozionarlo, migliorare le sue performance nel tempo con nuove metodiche, fargli tastare con mano vari tipi di allenamento facendogli recepire le sensazioni del suo corpo, stati d’animo positivi; in conclusione,
essere in grado di fargli acquisire maggiore consapevolezza.

Cio si traduce, il piu delle volte, con un aumento della propria autostima; va da se che tutto cia porta SOLO a miglioramenti in positivo e senza controindicazioni.


Come sapere se il Personal Trainer e preparato

Spesso si usano tali parametri per identificare la “bravura e la professionalita” di un pt.

  1. Il professionista che controlla costantemente l’esecuzione dell’allenamento con i pesi, evitando cosi che l’atleta possa infortunarsi oppure eseguire esercizi in modo errato.
  2. La presenza di una “cartellina”(con schemi tecniche e metodiche).
  3. L’allenatore che conta insieme al cliente il numero delle ripetizioni eseguite durante la serie.
  4. L’allenatore che modifica la scheda basic in base alle necessita del cliente.
  5. L’allenatore che controlla costantemente il diario di allenamento del cliente, verificando carichi e volumi.
  6. L’allenatore che non si distrae ed ha occhi solo per il cliente per tutta la durata dell’esercizio, mantenendo un tono rispettoso ed una disponibilita smisurata.

Questi parametri, non sono certo atti a verificare la bravura del pt, dato che tali punti devono essere semplicemente LA BASE di un allenatore/istruttore, e non i punti chiave per classificarlo come preparato.

Inoltre, e questo pero e un parere personale, non penso ci siano persone disposte a pagare i personal trainer semplicemente perche questi si limitino a compilare una scheda piu o meno individualizzata, a contare le ripetizioni e correggere le posture; questo puo farlo anche l’istruttore di sala attrezzi a titolo COMPLETAMENTE GRATUITO.


Quindi, come si controlla se un pt e un buon allenatore/coach?


  1. Al di fuori della lezione, si ha modo di contattare il PERSONAL trainer per una semplice consulenza o per sciogliere qualsivoglia tipo di dubbio?
  2. Durante il percorso con il pt si fanno sempre i soliti esercizi tipici della sala attrezzi o si prova qualcosa DI NUOVO?
  3. Il pt da consigli su come si possono portare migliorie allo stile di vita anche al di fuori della struttura fitness?
  4. Si informa sui bisogni del cliente, sullo stile di vita. sull’alimentazione e sulla psicologica di quest’ultimo? (il tutto in maniera discreta e non in modo invadente)
  5. Rilascia materiale atto ad ampliare le conoscenze del cliente in materia di fitness e wellness e/o materie attinenti?
  6. La lezione col pt si limita semplicemente all’allenamento o viene trattata anche la sfera psicologica/emozionale prima durante e/o dopo la seduta?

Questi dovrebbero essere alcuni dei parametri per identificare UN OTTIMO PERSONAL TRAINER, non quelli precedenti, che servono per lo pio a classificare l’assistente e l’istruttore di sala attrezzi.
Detto cio spero di aver fatto chiarezza ai pio sul ruolo che ha questa figura professionale: IL PERSONAL TRAINER.


NB: nonostante i sei punti sovra citati siano parametri utili, un pt deve avere anche un ottimo bagaglio tecnico; questo lo possiamo verificare in base ai “feedback” ricevuti dai suoi clienti, dal suo curriculum, dai vari titoli di studio,e dal suo gergo tecnico (quest’ultimo deve essere COMPRENSIBILE PER TUTTI) .

Valutazione: Articolo di discreta qualità
Home Blog
Vuoi commentare l'articolo La figura del "PERSONAL" Trainer?
Fallo nel forum 



Ultima modifica dell'articolo: 07/07/2013

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ