Il bodybuilding

Pubblicato da: DR.Daniele Percossi, visita il suo Blog. Pubblicato

nella sezione Fitness BodyBuilding alle ore 16:56 del 03 Ottobre 2012.


Il bodybuilding


Il bodybuilding è lo sport che come dice il termine stesso consiste nel costruire e modellare il proprio corpo, al fine di ottenere un ottimo risultato estetico.
Il padre di questo sport, Arnold Schwarzenegger, affermava "Il bodybuilder è colui che mette i muscoli dove mancano, come uno scultore può mettere la creta se lo ritiene giusto, solo che per lui è molto più semplice, perché noi lavoriamo su dei corpi umani".
Non c'è dubbio che il bodybuilding sia lo sport che dà i risultati più rapidi in termini di incremento delle masse muscolari e che sia l'unico in grado di potenziarne alcune a discapito di altre in base ai propri punti di forza e di carenza. Un vero e proprio rimodellamento del corpo.
Purtroppo ciò è semplice a parole e sicuramente molto più complicato nei fatti.
L'errore che più comunemente viene fatto dai natural bodybuilders, ovvero tutti coloro che non utilizzano sostanze dopanti, è quello di pensare che basti allenarsi duramente e imbottirsi di integratori di ogni genere per avere risultati. Niente di più sbagliato. Iniziare un percorso di questo genere significa sprecare inutilmente fatica, soldi e salute. I risultati, infatti, stenteranno ad arrivare pur essendosi allenati duramente e si saranno spesi ingenti cifre per integratori sbagliati o superflui, danneggiando il fegato e i reni.
Non si può, infatti, pensare di avere risultati ottimali senza prendere in considerazione l'aspetto più importante di questo percorso: l'alimentazione.
Sono tre i fattori determinanti l'ottenimento del risultato finale:

Alimentazione (60%)
Allenamento (30%)
Una sana ed intelligente integrazione (10%)

Come si vede l'alimentazione costituisce il 60% del risultato finale. La dieta è, senza dubbio, uno degli elementi chiave per la costruzione di un corpo perfetto.
Qual è l'alimentazione corretta di un bodybuilder?

PROTEINE

Il discorso riguardante la giusta assunzione di proteine al fine di acquistare massa muscolare è sicuramente uno degli argomenti più discussi. Da una parte abbiamo personal trainer e venditori di integratori che propongo consumi non sempre appropriati di proteine sotto forma di integratori e dall'altra abbiamo famosi nutrizionisti, dietologi e dietisti che sono assolutamente contro tutto e affermano che non è assolutamente vero che bisogna assumere una quota maggiore di proteine per incrementare la propria massa muscolare. Non so quanti di questi ultimi però abbiano esperienza diretta di palestra. Ritengo che la verità, come spesso accade, si trovi proprio nel mezzo. Se da una parte è vero che assumere troppe proteine nello stesso pasto è praticamente inutile oltre che deleterio per il fegato e i reni, è anche vero che, senza un aumento della quota proteica, difficilmente si potrà assistere alla tanto desiderata crescita muscolare. Se la quota raccomandata per un adulto sedentario è di 1 - 1,2 g per Kg di peso corporeo, per un Bodybuilder si puà arrivare a 1,8 - 2 g/Kg seguendo un'adeguata alimentazione eventualmente supportata da una leggera ed intelligente integrazione.

GRASSI.

Questa categoria di nutrienti è stata spesso erroneamente demonizzata come il male peggiore senza perà sapere che alcuni di essi sono di fondamentale aiuto per il Bodybuilder nello sviluppo della sue masse muscolari. Basti pensare al colesterolo. Molte persone potranno pensare che sia una molecola dannosa e da evitare mentre si tratta del capostipite degli ormoni steroidei di cui fa parte il tanto amato Testosterone, il principale anabolizzante naturale del nostro organismo.
Altra classe di grassi fondamentali sono gli ormai noti acidi grassi Omega-3. Queste molecole hanno infatti numerose proprietà benefiche, proteggono il sistema cardiovascolare, aumentano le difese immunitarie, attenuano le reazioni infiammatorie e ciò che più interessa i bodybuilders favoriscono il recupero muscolare e articolare dopo l'allenamento.

CARBOIDRATI.

Così come i grassi, vengono spesso mal visti dai Bodybuilders ritenendoli i responsabili dell'accumulo di tessuto adiposo. Non c'è dubbio che un quantitativo di carboidrati eccessivo non supportato da un corrispondente consumo degli stessi porti al rilascio di quantità elevate di insulina, con conversione di tali nutrienti in grassi e conseguente accumulo nel tessuto adiposo. E' vero anche che se introduciamo una quantità troppo modesta di carboidrati nella nostra dieta giornaliera, il nostro organismo trasformerà le tanto amate proteine in glucosio per soddisfare le proprie esigenze energetiche. Se non assumiamo la giusta quota di carboidrati il nostro organismo per sopravvivere smantella i nostri muscoli e converte le proteine che li costituiscono in zuccheri. Questo processo catabolico è proprio ciò che dobbiamo evitare. Si capisce quindi come sia importante indovinare la giusta % di carboidrati da inserire nella propria alimentazione in maniera mirata in base all'allenamento che si sta seguendo per evitare di accumularli sotto forma di grassi e allo stesso tempo evitare lo smantellamento delle masse muscolari. Ovvio che in fase di massa le % saranno ben diverse che in fase di definizione.

INTEGRATORI ALIMENTARI.

Non si può trattare il bodybuilding senza parlare dei tanto discussi integratori alimentari.
Come è stato detto, un natural bodybuilder che desideri incrementare le proprie masse muscolari deve raggiungere attraverso un'adeguata alimentazione un'assunzione giornaliera di 1,8 - 2 g di proteine per Kg di peso corporeo. Studiando un'alimentazione ad hoc si possono raggiungere tali valori senza la necessità di inserire gli integratori alimentari. Si devono però fare delle osservazioni importanti.
Molti studi indicano come diete troppo ricche di alimenti di origine animale siano correlate con un aumento dell'incidenza di alcune forme tumorali come il cancro al colon. Tale incremento non è da attribuire alle proteine in essi contenuti quanto all'eccessivo contenuto di acidi grassi saturi, oltre che ai metodi di cottura e di conservazione di tali alimenti. Il problema principale è che proprio negli alimenti dove si trovano le proteine nobili di cui un bodybuilder ha bisogno si trovano anche tanti grassi dannosi. Seguendo questo ragionamento appare chiaro che un supplemento di proteine assunto sotto forma di integratore proteico non solo non sia dannoso ma risulta addirittura particolarmente salutare. A supporto di una intelligente e moderata assunzione di integratori proteici nei bodybuilders vi è anche il notevole vantaggio di poter disporre di amminoacidi essenziali in particolari momenti della giornata. come il risveglio o il post work-out laddove la prima necessità è bloccare il catabolismo muscolare.
I vantaggi dell'utilizzo di integratori proteici sono: la comodità di preparazione ed assunzione, la buona digeribilità e soprattutto la possibilità di aumentare la quota proteica giornaliera senza eccedere nell'assunzione di grassi dannosi.
Ovviamente, così come un'adeguata integrazione può dare ottimi risultati in termini di incremento delle masse muscolari, un'eccessiva integrazione abbinata ad un'alimentazione già di per sé iperproteica non può che risultare inutile e dannosa. Le proteine che assumiamo in eccesso andranno infatti ad essere usate a scopo energetico (se non introduciamo la giusta quota di carboidrati) e verranno trasformate in grassi di riserva immagazzinati nel tessuto adiposo. Inoltre le scorie delle proteine in eccesso dovranno essere eliminate andando ad affaticare inutilmente i reni.
Quindi sì ad un'integrazione leggera ed intelligente (anche nella scelta del tipo di proteine), no ad un'integrazione fai da te che rischia di essere esagerata, inutile e peggio ancora dannosa.
Negli ultimi anni, hanno avuto particolare successo gli integratori contenenti amminoacidi a catena ramificata, i cosiddetti BCAA. Si tratta di tre amminoacidi essenziali: leucina, isoleucina e valina. Il loro utilizzo nel mondo del bodybuilding è supportato da numerose proprietà:

- Sono utilizzati direttamente dai muscoli per scopi energetici. Quindi assunti prima dell'allenamento aiutano nella prestazione.
- Sono utilizzati direttamente dai muscoli per sintetizzare proteine a seguito dello stimolo prodotto dall'esercizio fisico.
- Svolgono un'importante azione detossificante portando, attraverso la formazione del glutammato, all'eliminazione dell'ammoniaca prodotta durante l'allenamento.
- Riducono la quota di triptofano in grado di superare la barriera ematoencefalica, portando ad una riduzione dell'insorgenza della fatica di natura psichica.
- Stimolano l'aumento delle proteine contrattili muscolari, portando ad aumentare la massa, la forza ed accelerando il recupero post allenamento.

Tutte queste proprietà si possono riassumere in migliori prestazioni con conseguente crescita delle masse muscolari.

Dott. Daniele Percossi
Biologo Nutrizionista

Valutazione: Articolo di ottima qualità
Home Blog
Vuoi commentare l'articolo ?
Fallo nel forum 



ARTICOLI CORRELATI

Ultima modifica dell'articolo: 17/04/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ

Dermatite polimorfa solare: che cos’è?Bambini: precauzioni al soleLentiggini ed efelidi: quali differenze?Lampade abbronzanti e tumori cutaneiMelanoma NON cutaneoOrticaria solare: che cos’è?Scottature solari: qualche consiglioOrticaria acuta: cosa fare quando si manifestaOrticaria: perché si chiama così?Orticaria: può essere provocata dall’attività fisica?Orticaria da freddo: caratteristicheOrticaria acquagenica: che cos’è?Tomografia a coerenza ottica“Voglie” in gravidanza: quali sono le cause?Quali sono le zone più dolorose da tatuare?Rimozione di un tatuaggio: fattori da considerareTatuaggi: come si rimuovono?Brachiterapia: domande frequentiStoria della brachiterapiaCorpi estranei nell’occhio: cosa fareTatuaggi all’henné e reazione allergicaLe curiose origini dell’iridologiaIridologia: che cos’è?Il caldo fa diventare aggressivi?Tatuaggi e salute della pelleQuando nasce l’usanza dei tatuaggi?La storia dello shampooCapelli fragili: qualche consiglioCosa indebolisce i capelli?Mal di testa e rapporti sessualiDiario del mal di testa: come va compilatoCefalea a grappolo: le persone più colpiteMal di testa e digiunoMal di testa e consumo di alcoliciMallo di Noce e InchiostroNoci: Altri UsiNoci: Produzione e StoccaggioTipi di NoceCelebrità con il morbo di ParkinsonDemenza a corpi di Lewy: alcune notizie storicheDemenza frontotemporale: alcune notizie storicheParkinson e atrofia multi sistemica: come distinguerli?Sinucleinopatie: che cosa sono?Atrofia multi sistemica: classificazioneSegno di BlumbergNoci in salamoiaGnocchi SpatzleGnocchi e PatateGnocco FrittoTipi di GnocchiGnocchi e StoriaMal di testa nella terza etàMal di testa e sbalzi climaticiSindrome da vomito ciclicoEmicrania addominaleOdori e rumori: causano mal di testa?Mal di testa da aereo: come si manifesta