i consigli alimentari dopo le feste natalizie

Pubblicato da: Alina De Donatis

nella sezione Alimentazione alle ore 11:08 del 30 December 2015.


i consigli alimentari dopo le feste natalizie

consigli alimentari dopo le feste

1I giorni di festa si vedono anche, e soprattutto, a tavola. In particolar modo a Natale e nei giorni delle feste di fine anno le nostre tavole sono piene di cibi prelibati e abbondanti, si consumano pranzi con 4, 5 o più portate, innaffiate con vino, spumanti e amari. Le feste sono anche un momento di ritrovo familiare, in cui godersi il focolare domestico, concedersi un po' di riposo e...perche no... anche qualche "coccola" a tavola; perciò se gli eccessi sono limitati ai due giorni di Natale e a capodanno non facciamone un dramma! Quindi è giusto sentirsi liberi di mangiare qualcosa in più, senza sensi di colpa e senza eccedere o essere eccessivamente ingordi... E ovvio che se compriamo e consumiamo cibi inusuali (panettone, pandoro, cotechini, zamponi, frutta secca etc...) dai primi dicembre fino al 15 gennaio cambieremo molto le nostre abitudini e introdurremo molte calorie, che ci porteranno inevitabilmente a ingrassare. La cosa migliore è concedersi di mangiare qualcosa in più solo nei giorni festivi e poi riprendere un'alimentazione corretta nei giorni subito dopo. Ma come fare per "recuperare" gli eccessi dei giorni di festa? Intanto evitare scelte drastiche, quindi no alle "compensazioni", cioè il sacrificare o limitare molto l'alimentazione dei giorni successivi, pensando con il digiuno o l'eccessiva restrizione di compensare gli eccessi dei giorni precedenti. Non ha nessuna utilità saltare la colazione o evitare gli spuntini, anzi può essere un atteggiamento dannoso, infatti proprio per il fatto di aver mangiato di più e cibi più gustosi e invitanti nei giorni precedenti ci capiterà di ricercarli ancora, cercare di non mangiare o di limitare i pasti vi porterà a un certo punto ad avere una fame eccessiva ed incontrollabile e a cadere nella tentazione di mangiare dolci o altri cibi invitanti avanzati dalle feste... Scegliete di mangiare regolarmente, agli orari e pasti normali, scegliendo alimenti semplici, e con cotture molto leggere (lessature, al vapore, in padella etc..), senza usare soffritti o sughi elaborati; utilizzare molti cibi freschi, frutta e verdura, anche cruda, minestre e zuppe di verdure, riso e cereali integrali, carne bianca e pesce. Bevete molta acqua, è bene mettere sempre in tavola caraffe abbondanti di acqua e durante il giorno bere abbondantemente, anche mediante tè o tisane, per aiutare il vostro organismo a depurarsi e a eliminare i liquidi in eccesso accumulati con il consumo di cibi salati o elaborati. E molto importante poi dedicare sempre un po' di tempo all'attività fisica, se potete praticate uno sport o andate in palestra, ma è anche molto utile mantenersi attivi con le attività quotidiane, come spostarsi a piedi, fare delle passeggiate e usare le scale.

ricette depurative

Intanto ecco qualche ricetta da seguire in questi giorni per depurarsi e tornare ad un'alimentazione corretta, qualche zuppa di verdure accompagnata magari da un secondo piatto a base di pesce o carne bianca:
Zuppa di broccoli e spinaci (x 2 persone): 500 grammi di broccoli, 150 grammi di spinaci, 1 patata, 750 ml di brodo vegetale, 1/2 cipolla, sale, pepe e erbe aromatiche a piacere. Mondate e affettate i broccoli, sminuzzate gli spinaci e cuoceteli nel brodo vegetale insieme alla cipolla, alla patata tagliata a cubetti e ad una manciata di erbe aromatiche, come prezzemolo, timo e origano. Quando gli ortaggi si saranno ammorbiditi, frullate la zuppa in modo grossolano con il frullatore ad immersione.
Purea di zucca: (x 2 persone): cuocete una zucca piccola, o mezza zucca media, al forno o al vapore. Quando la polpa sarà molto morbida, frullatela o schiacciatela con una forchetta e condite con un filo d'olio extravergine e spezie, come rosmarino, o zenzero, o pepe.
Zuppa di carote e zenzero
(x 4 persone): cuocere in 1 litro di brodo vegetale 600 grammi di carote, 2 cipolle di media grandezza pelate e affettate, 1 spicchio d'aglio tritato e 1 cucchiaino di zenzero fresco sminuzzato o 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere. Quando le verdure si saranno ben ammorbidite, prelevate 1 o 2 mestoli di brodo e teneteli da parte. Frullate la zuppa con frullatore a immersione, se necessario, aggiungente un po' di brodo. Condite con 2 cucchiai d'olio extravergine, 1/2 cucchiaino di curry in polvere, sale marino integrale e pepe.

Zuppa di avena con salsa di soia: preparate un brodo vegetale in una pentola con acqua, carota, cipolla, sedano tagliati grossolanamente e un pizzico di sale. Dopo circa 20 minuti togliete le verdure con un mestolo forato; buttate il sedano e in un piatto a parte schiacciate la carota e tagliate la cipolla a pezzi. Mettete l'avena in una padella e accendete il fuoco, non aggiungete condimento, mescolate di continuo con un cucchiaio di legno e quando si saranno tostati e inizieranno a profumare unite il brodo vegetale. Dopo 2 minuti di ebollizione aggiungete la carota, la cipolla e insaporite la zuppa con la salsa di soia.
Insalata di farro: Fate bollire il farro (80 gr a persona) in abbondante acqua salata e scolatelo. Nel frattempo lavate e tagliate dei finocchi crudi, metteteli in una ciotola insieme a germogli di soia e mirtilli; quindi unite il farro e condire con succo di pompelmo mixato a un goccio d'olio.
Vellutata depurante: 60 gr di spinaci freschi (o 1 cubetto di quelli surgelati), 200 gr di finocchi, 1/2 cipolla, 1 spicchio d'aglio, 1/2 cucchiaio di uvetta, un filo d'olio extravergine d'oliva, 300 ml di brodo vegetale, origano, 10 gr di grana a scagliette, sale q.b. Ammollate l'uvetta in acqua tiepida per 15 minuti, nel frattempo lavate gli spinaci, affettate la cipolla e schiacciate lo spicchietto d'aglio, lavate anche i finocchi e riduceteli a spicchietti. In una casseruola, appassite la cipolla e l'aglio con un filo d'olio per pochi minuti, mescolando di frequente e bagnando con qualche cucchiaio di brodo bollente, poi aggiungete gli spinaci spezzettati e i finocchi, lasciateli insaporire qualche istante, quindi versate il restante brodo, portate a ebollizione, coprite con un coperchio e cuocete per 15 minuti. Quando le verdure sono cotte, frullatele: se dovesse essere ancora brodoso, mettetelo sul fuoco e fatelo addensare, se invece dovesse risultare asciutto, allungate con un po' di acqua calda e fate amalgamare sul fuoco. Regolate di sale, versate la crema in una ciotola, cospargetela con l'uvetta ammollata e asciugata, una spruzzata di origano e il grana a scagliette.
Crema di broccoli e rucola Tagliate e lavate i broccoli, nel frattempo tagliate uno spicchio di aglio e fatelo imbiondire in una padella con poco olio. Fate cuocere i broccoli nella padella aggiungendo acqua finche non diventano morbidi. Quindi spegnete il fuoco, frullate il tutto insieme con la rucola, servite ben caldo.
Ortiche detossificanti:
soffriggere la cipolla in una padella con poco olio (o vino bianco), quindi aggiungere bietole, lattuga, cicoria e qualche foglia di ortica ben tagliata e fate stufare. Condire con succo di limone, olio e erba cipollina.


Valutazione: Articolo di pessima qualità
Home Blog
Vuoi commentare l'articolo i consigli alimentari dopo le feste natalizie?
Fallo nel forum 



Ultima modifica dell'articolo: 30/12/2015

APPROFONDIMENTI E CURIOSITÀ