Le Ricette di Alice www.my-personaltrainer.it/Tv/Ricette Ricette di Alice
Fine ricetta

Ingredienti Ricetta

Per la base (25 pezzi)

Per il ripieno

Per pennellare

Materiale Occorrente

  • Ciotola
  • Bilancina pesa alimenti
  • Cucchiaio di legno
  • Pennello
  • Stampino rotondo dal diametro di 8 cm
  • Setaccio
  • Piastre da forno
  • Carta da forno
  • Matterello o macchinetta stendi pasta

Valori Nutrizionali

Valori nutrizionali (100 g) Quella della Fiadoni è una ricetta poco calorica che rientra tra gli antipasti.
Le calorie provengono soprattutto dai glucidi, seguiti dai lipidi e infine dai protidi.
I carboidrati sono tendenzialmente complessi, gli acidi grassi monoinsaturi e le proteine ad alto valore biologico.
Il colesterolo risulta elevato e le fibre sono carenti.
I Casciatelli sono un alimento che si presta alla maggior parte delle diete, eccezion fatta per l’ipercolesterolemia.
In caso di obesità è necessario diminuire sia la porzione media, sia la frequenza di consumo.
Contengono glutine e lattosio, pertanto non si prestano alla dieta contro la celiachia e l’intolleranza allo zucchero del latte.
Sono ammessi dal regime nutrizionale vegetariano, ma non da quello vegano.
La porzione media come antipasto è di circa 50 g (120 kcal).
Valore energetico: 236,00 Kcal
Carboidrati: 28,40 g

Proteine: 11,70 g

Grassi: 9,20 g
  di cui saturi: 3,55 g
di cui monoinsaturi: 4,67 g
di cui polinsaturi: 1,00 g
Colesterolo: 169,80 g
Fibre: 0,80 g

Fiadoni, Casciatelli o Rustici al Formaggio

Categoria: Antipasti / Ricette Pasquali / Ricette Regionali / Ricette per Vegetariani
Tempo di Preparazione 30 minuti
Note: 30 minuti per la preparazione; 20 minuti per la cottura
Per quante persone 10 persone Costo: medio

Descrizione Ricetta

  1. Per prima cosa, dedicarsi alla preparazione dell’impasto. In una ciotola, setacciare la farina bianca insieme al lievito istantaneo, aggiungere lo zucchero, il sale ed impastare aggiungendo un uovo, il vino bianco (oppure del latte) e l’olio: lavorare il composto fino ad ottenere una pasta liscia e morbida.
  2. Avvolgere la pasta in un foglio di pellicola trasparente e lasciar riposare per 15 minuti.
  3. Nel frattempo, preparare la farcitura: mescolare la ricotta fresca con il formaggio pecorino grattugiato (o con una caciotta di pecora), aggiungere le uova, la farina ed aggiustare di sale, pepe, cannella e noce moscata. A piacere, aggiungere un pizzico di lievito.

Lo sapevi che…
Alcune versioni dei fiadoni prevedono di aggiungere al ripieno del salame o della salsiccia a pezzi.

  1. Riprendere l’impasto e stenderlo con il matterello oppure con la macchinetta stendi pasta: si dovrà ottenere una sfoglia dallo spessore di 3-4 millimetri.
  2. Tagliare la pasta con una formina rotonda dal diametro di 8 cm.
  3. Collocare una noce d’impasto al centro di ogni cerchio e piegare a mezzaluna, pizzicando i bordi con le mani o con una forchetta.
  4. Con la punta delle forbici, praticare un’incisione al centro di ogni fiadone, in modo che la pasta possa leggermente aprirsi in cottura.

Curiosità
Il termine “fiadone” sembra originare dalla parola latina “flado”, che significa “cosa che gonfia”: non a caso, molte ricette prevedono di aggiungere un pizzico di lievito anche nel ripieno.
Secondo altre fonti, la parola deriva da “fiato”: infatti, in cottura i fiadoni devono liberare il loro profumo attraverso lo sfiato creato con le forbici.

  1. Pennellare la superficie dei fiadoni con dell’uovo sbattuto, dunque infornare a 180°C (ventilato) per circa 20 minuti o fino a doratura.

Il commento di Alice - PersonalCooker

Ho scoperto che i Fiadoni si possono preparare anche nella versione dolce, con uvetta e canditi: saranno sicuramente deliziosi come quelli salati!